DECRETO LEGISLATIVO 27 luglio 1999, n. 297

Riordino della disciplina e snellimento delle procedure per il sostegno della ricerca scientifica e tecnologica, per la diffusione delle tecnologie, per la mobilita' dei ricercatori.

note: Entrata in vigore del decreto: 11-9-1999 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 26/06/2012)
Testo in vigore dal: 11-9-1999
al: 3-2-2003
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                               Art. 9 
                     Norme transitorie e finali 
 
  1. Agli interventi di sostegno di cui al  presente  titolo  possono
continuare ad accedere i parchi scientifici  e  tecnologici  indicati
nella deliberazione del Ministro  dell'universita'  e  della  ricerca
scientifica e tecnologica 25 marzo 1994,  pubblicata  nella  Gazzetta
Ufficiale n. 187 dell'11 agosto 1994, nonche' le societa' di  ricerca
di cui all'articolo 2, comma 1, lettera d), della legge  17  febbraio
1982, n. 46, il cui statuto si conforma alle disposizioni del  codice
civile per le societa' di capitali e  il  cui  oggetto  sociale  puo'
ricomprendere anche attivita' produttive  al  fine  di  agevolare  le
dismissioni della partecipazione azionaria del MURST. 
  2. Restano valide fino alla scadenza le convenzioni in essere  alla
data di entrata in vigore del presente decreto, affidate  dal  MURST,
ai sensi della normativa vigente in materia di  appalti  di  servizi,
per le attivita' di cui all'articolo 7, comma 1. 
  3. Entro il 31 dicembre 1999 il MURST assume  la  gestione  diretta
delle attivita' svolte in regime di  convenzione  dall'IMI  (ora  San
Paolo-IMI), ovvero nell'ambito dei decreti  di  cui  all'articolo  6,
comma 2, e'  deliberato  l'affidamento  di  tali  attivita'  a  terzi
mediante appalti di servizi  ai  sensi  della  normativa  vigente  in
materia. Alla scadenza del predetto termine, in  caso  di  assunzione
della  gestione  diretta,  ovvero  alla  data  di  conclusione  della
procedura di appalto,  e'  risolta  di  diritto  la  convenzione  con
l'Istituto mobiliare italiano (IMI),  di  cui  all'articolo  4  della
legge  25  ottobre  1968,  n.  1089,  e  successive  modificazioni  e
integrazioni, fatto salvo che per la gestione dei contratti stipulati
entro la medesima data. 
  4. A decorrere dalla data di entrata in vigore del primo decreto di
cui all'articolo 6, comma 2: 
a) sono abrogate le seguenti disposizioni: 
   1) articolo 4 della legge 25 ottobre 1968, n. 1089, salvo il primo
periodo del comma 1; 
   2) articoli 2 e 3 della legge 14 ottobre 1974, n. 652; 
   3) articolo 70, commi 3, 4 e 5 del decreto  del  Presidente  della
Repubblica 6 marzo 1978, n. 218; 
   4) articoli dal 2 al 12 della legge 17 febbraio 1982, n. 46; 
  5) articolo 12, commi 8, 9 e 11 della legge 1 marzo 1986, n. 64; 
   6) articolo 15, commi 3 e 4, della legge 11 marzo 1988, n. 67; 
   7) articolo 1, comma 2, articoli 2, 3, 4 e 5 della legge 5  agosto
1988, n. 346; 
   8) articolo 11, commi 2, 3 e 4 del decreto-legge 16 maggio 1994, 
   n. 299, convertito, con modificazioni, dalla legge 19 luglio 1994,
n. 451; 
   9) articolo 1, comma 1, lettera d), del decreto-legge 23 settembre 
   1994, n. 547, convertito dalla legge 22 novembre 1994, n. 644, 
   dalle parole "di cui  il  30  per  cento"  fino  alla  fine  della
lettera; 
   10) articolo 3, commi 2, 2-bis e 3  del  decretolegge  31  gennaio
1995, n. 26, convertito dalla legge 29 marzo 1995, n. 95; 
   11) articolo 6, commi 2, 3, 4 e 6  del  decreto-legge  8  febbraio
1995, n. 32, convertito dalla legge 7 aprile 1995, n. 104; 
   12) articolo 1, comma 35, della legge 28 dicembre 1995, n. 549; 
   13) articolo 14 della legge 24 giugno 1997, n. 196; 
   14) articolo 45, commi 15 e 16 della legge 23  dicembre  1998,  n.
448; 
b) al comma 6 dell'articolo  70  del  decreto  del  Presidente  della
   Repubblica 6 marzo 1978, n. 218, le parole "Per centri di  ricerca
   di cui al terzo comma del presente articolo" sono sostituite dalle
   seguenti "Per i centri di ricerca scientifica e  tecnologica,  con
   particolare riguardo a quelli finalizzati ad attivita'  produttive
   anche se collegati ad imprese ed  anche  se  realizzati  in  forme
   consortili"; 
c) all'articolo 1, della legge 5 agosto 1988, n. 346, il comma  1  e'
sostituito dal seguente: 
   "1. Il Ministro dell'universita' e della ricerca scientifica e 
   tecnologica e' autorizzato, per interventi di sostegno alla 
   ricerca scientifica e tecnologica, a concedere contributi in conto
interessi su mutui."; 
d) all'articolo 11, comma 5 del decreto-legge 16 maggio 1994, n. 299,
   convertito con modificazioni, dalla legge 19 luglio 1994, n.  451,
   le parole "di cui ai commi 1 e 2" sono sostituite  dalle  seguenti
   "di cui al comma 1" e l'ultimo periodo e' sostituito dal seguente:
   "Tali risorse sono destinate ad incrementare le disponibilita' del
   Fondo per le agevolazioni alla ricerca, istituito nello  stato  di
   previsione del MURST". 
          Note all'art. 9:
           -  L'art.  2,  comma  1, lettera d), della citata legge 17
          febbraio 1982, n. 46, cosi' recita:
           "Art. 2. - Possono beneficiare degli interventi del  fondo
          di cui all'articolo precedente i seguenti soggetti:
           a)-b)-c) (Omissis);
           d)  societa'  di  ricerca costituite con i mezzi del fondo
          tra i soggetti delle lettere a), b), c) ed e), nonche'  tra
          le  societa'  finanziarie  di  controllo  e  di gestione di
          imprese industriali;".
           - La legge 25 ottobre 1968, n. 1089, reca: "Conversione in
          legge, con modificazioni, del D.L. 30 agosto 1968, n.  918,
          recante  provvidenze  creditizie,  agevolazioni  fiscali  e
          sgravio di oneri sociali per  favorire  nuovi  investimenti
          nei     settori    dell'industria,    del    commercio    e
          dell'artigianato e nuove norme sui territori  depressi  del
          centronord, sulla ricerca scientifica e tecnologica e sulle
          Ferrovie dello Stato".
           - Si riporta il testo del comma 6 dell'art. 70 del decreto
          del Presidente della Repubblica 6 marzo 1978, n. 218 (Testo
          unico  delle leggi sugli interventi nel Mezzogiorno), cosi'
          come riformulato dal presente decreto (le parole in corsivo
          evidenziano le sostituzioni):
           "6. Per i centri di ricerca scientifica e tecnologica, con
          particolare riguardo  a  quelli  finalizzati  ad  attivita'
          produttive  anche  se  collegati  ad  imprese  ed  anche se
          realizzati in forme  consortili,  e'  concesso  lo  sgravio
          contributivo  di cui all'art. 59, comma nono, limitatamente
          agli oneri a carico del datore di lavoro".
           -  Si  trascrive il comma 5 dell'art. 11 del decreto legge
          16 maggio 1994, n. 299 (Disposizioni urgenti in materia  di
          occupazione  e  di  fiscalizzazione  degli  oneri sociali),
          convertito con modificazioni, dalla legge 19  luglio  1994,
          n.  451,  cosi'  come  riformulato dal presente decreto (le
          parole in corsivo evidenziano le sostituzioni):
           "5. Al finanziamento delle iniziative di cui al comma 1 si
          provvede  nei  limite  delle   risorse   finanziarie,   non
          inferiori  a lire 50 miliardi annui, preordinate allo scopo
          dal Ministro del lavoro  e  della  previdenza  sociale,  di
          concerto  con  il Ministro dell'universita' e della ricerca
          scientifica e tecnologica, nell'ambito  del  Fondo  di  cui
          all'articolo 11, comma 31, della legge 24 dicembre 1993, n.
          537.   Tali  risorse  sono  destinate  ad  incrementare  le
          disponibilita' del Fondo per le agevolazioni alla  ricerca,
          istituito nello stato di previsione del MURST".
           - Per il testo dell'art. 51 del codice di procedura civile
          si veda nelle note all'art. 7.