LEGGE 1 dicembre 1986, n. 879

Disposizioni per il completamento della ricostruzione delle zone del Friuli-Venezia Giulia colpite dal terremoto del 1976 e delle zone della regione Marche colpite da calamita'.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 08/01/1994)
Testo in vigore dal: 21-12-1986
                              Art. 13.

  1.  Ai fini di cui all'articolo 17 della legge 11 novembre 1982, n.
828,  la  regione  Friuli-Venezia  Giulia  puo'  effettuare ulteriori
conferimenti a favore del fondo di rotazione, costituito con legge 18
ottobre 1955, n. 908, utilizzando il contributo di cui all'articolo 1
della  presente  legge,  con le modalita' e per le finalita' previste
dalla legge 23 gennaio 1970, n. 8, e fino alla concorrenza di lire 10
miliardi.
          Nota all'art. 13, comma 1:
            -  Il  testo  dell'art.  17 della legge n. 828/1982 e' il
          seguente:
            "Art.  17.  -  Le  somme  conferite  o  da conferire alla
          gestione separata di cui alla legge 30 aprile 1976, n. 198,
          nonche'  le somme che vi sono affluite o vi affluiranno per
          quote di ammortamento, per capitale ed interesse, per altri
          interessi  di  qualsiasi  natura,  nonche'  per recuperi ed
          estinzione  anticipata  dei mutui perfezionati ai sensi del
          decreto-legge  13  maggio  1976,  n.  227,  convertito, con
          modificazioni,  nella  legge  29 maggio 1976, n. 336, e del
          decreto-legge  18  settembre  1976, n. 648, convertito, con
          modificazioni, nella legge 30 ottobre 1976, n. 730, possono
          essere  destinate  a  promuovere  iniziative  economiche in
          tutto il territorio della regione Friuli-Venezia Giulia con
          le modalita' e le prescrizioni della legge 23 gennaio 1970,
          n. 8.
            Fino  al  31  dicembre  1985  le  somme  di  cui al comma
          precedente  sono  destinate  prioritariamente, con verifica
          semestrale,   a   finanziare   la   ripresa  delle  aziende
          commerciali  danneggiate  dagli  eventi  sismici  del  1976
          ubicate  nel  territorio  dei  comuni di cui all'articolo 1
          della legge 8 agosto 1977, n. 546, nonche' al completamento
          dei  mutui integrativi di cui alla legge 29 maggio 1976, n.
          336, alle condizioni ivi previste.
            Il  Mediocredito  per  le  piccole  e  medie  imprese del
          Friuli-Venezia   Giulia   e'   autorizzato  a  compiere  le
          operazioni  creditizie  relative alle gestioni del Fondo di
          rotazione  di  cui  alla  legge  18 ottobre 1955, n. 908, e
          successive modificazioni ed integrazioni, in deroga a norme
          di legge e di statuto.
            L'ultimo comma dell'articolo 2 della legge 8 agosto 1977,
          n. 546, e' Cosi' modificato:
            "Gli  istituti  di  credito  che  operano  nella  regione
          Friuli-Venezia   Giulia  sono  autorizzati  a  compiere  le
          operazioni  creditizie previste dal presente articolo anche
          in  deroga  a  norme  di  legge o di statuto, ma sempre nei
          limiti di finanziamento massimo concedibile".
            Il  comitato  di  gestione del Fondo di rotazione, di cui
          all'articolo  4  della  legge  18  ottobre 1955, n. 908, e'
          integrato   con   due   membri   designati   dal   Comitato
          interministeriale  per  il  credito e il risparmio e scelti
          tra gli esponenti delle attivita' economiche delle province
          di  Udine  e  Pordenone indicati dalle rispettive camere di
          commercio.
            A  favore del Fondo di rotazione, costituito con legge 18
          ottobre 1955, n. 908. la regione Friuli-Venezia Giulia puo'
          effettuare    ulteriori    conferimenti,   utilizzando   il
          contributo  di cui all'articolo 1 della presente legge, con
          le  modalita'  e  per  le finalita' previste dalla legge 23
          gennaio  1970, n. 8, e fino alla concorrenza di 25 miliardi
          di lire".
            - La legge n. 908/1955 concerne la costituzione del fondo
          di  rotazione  per  iniziative economiche nel territorio di
          Trieste e nella provincia di Gorizia.
            -  La legge n. 8/1970 reca modifiche alla legge 31 luglio
          1957,  n.  742,  ed  alla legge 18 ottobre 1955, n. 908, in
          materia   di   credito   a  medio  termine  alle  attivita'
          industriali    e    provvidenze    creditizie    a   favore
          dell'artigianato della regione Friuli-Venezia Giulia.