DECRETO LEGISLATIVO 22 gennaio 1948, n. 66

Norme per assicurare la libera circolazione sulle strade ferrate ed ordinarie e la libera navigazione.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 04/10/2018)
Testo in vigore dal: 27-2-1948
al: 24-10-1968
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                   IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 
 
  Visto l'art. 4 del decreto-legge luogotenenziale 25 giugno 1944, n.
151, con le modificazioni ad esso apportate dall'art. 3, comma primo,
del decreto legislativo luogotenenziale 16 marzo 1946, n. 98; 
  Viste le disposizioni transitorie I e XV della Costituzione; 
  Visto l'art. 87, comma quinto, della Costituzione; 
  Sulla  proposta  del  Guardasigilli,  Ministro  per  la  grazia   e
giustizia, di concerto con il Ministro per l'interno; 
 
                              PROMULGA 
 
il seguente decreto legislativo, approvato dal Consiglio dei Ministri
con deliberazione del 10 gennaio 1948: 
                               Art. 1. 
 
  Chiunque, al fine di impedire ed ostacolare la libera circolazione,
depone o abbandona congegni o altri oggetti di  qualsiasi  specie  in
una strada ferrata ed ordinaria o  comunque  ostruisce  ed  ingombra,
allo stesso fine, la strada stessa, e' punito con  la  reclusione  da
uno a sei anni. 
  Si applica la pena anzidetta anche quando il fatto e'  commesso  in
una zona portuale o nelle acque di fiumi, canali o laghi, al fine  di
impedire od ostacolare la libera navigazione. 
  La pena e' raddoppiata se il fatto e'  commesso  da  piu'  persone,
anche non riunite, ovvero se e' commesso usando violenza  o  minaccia
alle persone o violenza sulle cose.