LEGGE 29 dicembre 1993, n. 580

Riordinamento delle camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura.

note: Entrata in vigore della legge: 26-1-1994 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 28/02/2022)
Testo in vigore dal: 15-8-2020
aggiornamenti all'articolo
                              Art. 14. 
                              (Giunta). 
 
  1. La giunta e' l'organo esecutivo della camera di commercio ed  e'
composta dal presidente e da un numero di membri  pari  a  5  per  le
camere i cui consiglieri sono individuati ai sensi della lettera  a),
del comma 1, dell'articolo 10  e  pari  a  7  per  le  camere  i  cui
consiglieri sono individuati ai sensi della lettera b) del  comma  1,
dello stesso articolo 10. Dei suddetti membri almeno  quattro  devono
essere eletti  in  rappresentanza  dei  settori  dell'industria,  del
commercio, dell'artigianato  e  dell'agricoltura.  Nell'elezione  dei
membri della giunta ciascun consigliere puo' esprimere un  numero  di
preferenze  non  superiore  ad  un  terzo  dei  membri  della  giunta
medesima. 
  2. La giunta dura in carica  cinque  anni  in  coincidenza  con  la
durata del consiglio e il mandato dei suoi membri e' rinnovabile  per
una sola volta. 
  3. La giunta nomina tra i suoi membri  il  vicepresidente  che,  in
caso  di  assenza   o   impedimento   del   presidente,   ne   assume
temporaneamente le funzioni. 
  ((3-bis. Le Giunte delle camere di commercio, costituite a  seguito
di processi di accorpamento conclusi  dopo  la  data  di  entrata  in
vigore della presente disposizione, nominano tra i propri membri  uno
o piu'  vice  presidenti  al  fine  di  garantire  la  rappresentanza
equilibrata delle circoscrizioni territoriali coinvolte nei  medesimi
processi di accorpamento.)) 
  4.  La  giunta  puo'  essere  convocata  in  via  straordinaria  su
richiesta di tre membri,  con  indicazione  degli  argomenti  che  si
intendono trattare. 
  5. La giunta, oltre a predisporre per l'approvazione del  consiglio
la relazione previsionale e programmatica, il  preventivo  economico,
il suo aggiornamento e il bilancio d'esercizio: 
    a) adotta i provvedimenti  necessari  per  la  realizzazione  del
programma di attivita' in  base  a  quanto  previsto  dalla  presente
legge, dalle relative  norme  di  attuazione,  dallo  statuto  e  dai
regolamenti; 
    b) delibera, nei limiti fissati dall'articolo  2,  commi  4  e  5
sulla partecipazione della camera di commercio a consorzi,  societa',
associazioni,  gestioni  di  aziende  e  servizi  speciali  e   sulla
costituzione di gestioni e di aziende speciali  e  sulle  dismissioni
societarie; 
    ((c) al fine di assicurare sul territorio il  mantenimento  e  lo
sviluppo   dei   servizi,   definisce   i   criteri   generali    per
l'organizzazione delle attivita' e dei servizi, in particolare quelli
promozionali, in tutte le sedi della camera di commercio.)) 
  6. La giunta  adotta  ogni  altro  atto  per  l'espletamento  delle
funzioni e delle attivita' previste  dalla  presente  legge  e  dallo
statuto che non rientri nelle  competenze  riservate  dalla  legge  o
dallo statuto al consiglio o al presidente. 
  7.  La  giunta  delibera  in  casi  di  urgenza  sulle  materie  di
competenza del consiglio. In tali casi la deliberazione e' sottoposta
al consiglio per la ratifica nella prima riunione successiva. 12 
 
----------- 
AGGIORNAMENTO (12) 
  Il D.Lgs. 15 febbraio 2010, n. 23, ha disposto (con l'art. 3, comma
1) che "Le disposizioni di cui agli articoli 10, 12, 13, 14, 15 e  16
della legge 29 dicembre 1993, n. 580, come  modificate  dal  presente
decreto legislativo, si applicano dal sessantesimo giorno  successivo
all'emanazione dei regolamenti previsti dagli articoli 10, comma 3, e
12, comma 4, della predetta legge".