LEGGE 29 dicembre 1988, n. 554

Disposizioni in materia di pubblico impiego.

note: Entrata in vigore della legge: 3/1/1989 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 29/08/1995)
Testo in vigore dal: 15-1-1991
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 2. 
  1. Per effettive, motivate e documentate  esigenze,  il  Presidente
del Consiglio dei Ministri  con  proprio  decreto,  su  proposta  del
Ministro per la funzione pubblica, di concerto con  il  Ministro  del
tesoro, puo' autorizzare ulteriori assunzioni anche  ricorrendo  agli
idonei di graduatorie approvate nel quadriennio 1985-1988.(3)((4)) 
  2. Per gli enti locali e per i loro consorzi le assunzioni potranno
essere  autorizzate  con  riferimento  anche  al  rapporto  nazionale
dipendenti-popolazione. 
  3. I reclutamenti  o  le  immissioni  in  servizio,  le  ferme  del
personale volontario, i richiami ed i trattenimenti in  servizio  del
personale delle Forze armate,  dei  Corpi  di  polizia  e  del  Corpo
nazionale dei vigili del fuoco - fatte salve le nomine  ad  ufficiale
dei frequentatori delle accademie, le nomine a vice  commissario  dei
frequentatori  dell'Istituto  superiore  di   polizia,   nonche'   le
immissioni  in  servizio  dei  sottufficiali  e  del   personale   di
corrispondente  qualifica  della  Polizia  di  Stato,  degli  allievi
ispettori di polizia e del personale dei servizi  di  informazione  e
sicurezza, che superano l'apposito corso-concorso presso le scuole  e
gli  istituti  di  formazione  -  possono  essere  autorizzati,   per
comprovate esigenze, dal Presidente del Consiglio  dei  Ministri,  su
proposta del Ministro competente, di concerto  con  il  Ministro  del
tesoro  e  con  il  Ministro   per   la   funzione   pubblica.   Tale
autorizzazione non e' richiesta per  i  provvedimenti  relativi  alle
procedure concorsuali. 
  4. Con le modalita' indicate nel comma  3  l'Amministrazione  della
difesa  predispone  ed  aggiorna   annualmente   una   programmazione
triennale dei reclutamenti e  delle  immissioni  in  servizio,  delle
ferme del personale volontario, dei richiami e dei  trattenimenti  in
servizio del personale delle Forze armate. 
  5. A decorrere dal 1› gennaio 1989 cessano di avere applicazione le
norme di cui all'articolo 24, commi 2, 3, primo periodo, 4, 7, 8, 17,
18, 19 e 20, della legge 11 marzo 1988, n. 67. 
------------ 
AGGIORNAMENTO (3) 
  Il D.L. 27 dicembre 1989,  n.  413,  convertito  con  modificazioni
dalla L. 28 febbraio 1990, n. 37, ha disposto (con l'art. 2, comma 2)
"I riferimenti temporali  fissati  dall'articolo  1,  commi  1  e  3,
dall'articolo 2, comma 1, e dall'articolo 3, commi 1 e 2, della legge 
29 dicembre 1988, n. 554, sono prorogati di un anno." 
------------ 
AGGIORNAMENTO (4) 
  La L. 29 dicembre 1990, n. 407, ha disposto (con  l'art.  1,  comma
2)che "I riferimenti temporali fissati dall'articolo 1, commi 1 e  3,
dall'articolo 2, comma 1, e dall'articolo 3, commi 1 e 2, della legge
29 dicembre 1988, n. 554, gia' prorogati di un anno dall'articolo  2,
comma 2, del decreto-legge 27 dicembre 1989, n. 413, convertito,  con
modificazioni,  dalla  legge  28   febbraio   1990,   n.   37,   sono
ulteriormente prorogati di un anno. E' altresi' prorogata di un  anno
la validita' delle graduatorie di concorso in vigore nell'anno 1990".