LEGGE 27 maggio 1970, n. 382

Disposizioni in materia di assistenza ai ciechi civili.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 31/12/2002)
Testo in vigore dal: 20-6-1975
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
    La  Camera  dei  deputati  ed  il  Senato  della Repubblica hanno
approvato;

                   IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

                              PROMULGA

la seguente legge:
                               Art. 1.
              (Aumento della pensione non reversibile)

  La pensione non reversibile, di cui alla legge 10 febbraio 1962, n.
66, e' aumentata:
    da lire 18.000 a lire 32.000 mensili per i ciechi assoluti;
    da  lire  14.000  a lire 18.000 mensili per coloro che abbiano un
residuo  visivo  non  superiore ad un ventesimo in entrambi gli occhi
con eventuale correzione. (3) ((4))
---------------
AGGIORNAMENTO (3)
  Il  D.L.  2 marzo 1974, n.30, convertito con modificazioni dalla L.
16  aprile  1974,  n.114, ha disposto (con l'art. 5, comma 1) che "La
pensione, non riversibile, spettante ai ciechi civili di cui all'art.
1 della legge 27 maggio 1970, n. 382, e' aumentata: da L. 32.000 a L.
38.000  mensili  per  i  ciechi  assoluti;  da  L. 18.000 a L. 25.000
mensili  per coloro che abbiano un residuo visivo non superiore ad un
ventesimo  in  entrambi  gli  occhi  con  eventuale  correzione."  Il
suddetto decreto ha inoltre disposto (con l'art. 5, ultimo comma) che
"Le disposizioni di cui ai precedenti commi hanno effetto a decorrere
dal 1 gennaio 1974."
---------------
AGGIORNAMENTO (4)
  Il  D.L.  2 marzo 1974, n.30, convertito con modificazioni dalla L.
16  aprile 1974, n.114, come modificato dalla L. 3 giugno 1975, n.160
ha  disposto  (con  l'art.  5, comma 1) che a decorrere dal 1 gennaio
1975 "La pensione, non riversibile, spettante ai ciechi civili di cui
all'articolo  1  della legge 27 maggio 1970, n. 382, e' aumentata: da
L.  38.000  a L. 51.000 mensili per i ciechi assoluti; da L. 25.000 a
L.  38000  mensili  per  coloro  che  abbiano  un  residuo visivo non
superiore  ad  un  ventesimo  in  entrambi  gli  occhi  con eventuale
correzione."