DECRETO LEGISLATIVO 8 marzo 2006, n. 139

Riassetto delle disposizioni relative alle funzioni ed ai compiti del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, a norma dell'articolo 11 della legge 29 luglio 2003, n. 229.

note: Entrata in vigore del provvedimento: 20/4/2006 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 22/06/2020)
  • Allegati
Testo in vigore dal: 6-2-2018
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                   IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 
 
  Visti gli articoli 76 e 87 della Costituzione; 
  Visto l'articolo 11 della legge 29 luglio  2003,  n.  229,  recante
delega al Governo per il riassetto  delle  disposizioni  relative  al
Corpo nazionale dei vigili del fuoco; 
  Visto l'articolo 2, comma 7, del decreto-legge 28 maggio  2004,  n.
136, convertito, con modificazioni, dalla legge 27  luglio  2004,  n.
186; 
  Visti gli articoli 107 e 108 del decreto legislativo 31 marzo 1998,
n. 112; 
  Vista la preliminare  deliberazione  del  Consiglio  dei  Ministri,
adottata nella riunione del 2 dicembre 2005; 
  Acquisito il parere della Conferenza unificata, di cui all'articolo
8 del decreto legislativo 28 agosto  1997,  n.  281,  espresso  nella
seduta del 26 gennaio 2006; 
  Acquisiti i pareri delle competenti Commissioni  del  Senato  della
Repubblica e della Camera dei  deputati,  resi,  rispettivamente,  in
data 7 febbraio 2006 e 8 febbraio 2006; 
  Udito il parere del Consiglio di Stato, espresso dalla sezione 
  consultiva per gli atti normativi  nell'adunanza  del  13  febbraio
2006; 
Sentito il Dipartimento della protezione civile della Presidenza 
del Consiglio dei Ministri; 
  Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri,  adottata  nella
riunione del 2 marzo 2006; 
  Sulla  proposta  del  Ministro  dell'interno,  di  concerto  con  i
Ministri per la funzione pubblica, per gli affari  regionali,  per  i
beni e le attivita' culturali, della giustizia, delle  infrastrutture
e dei trasporti e dell'economia e delle finanze; 
                                Emana 
                  il seguente decreto legislativo: 
                               Art. 1. 
                        Struttura e funzioni 
 
(articoli 1, 3 e 9, legge 13 maggio 1961, n. 469; articolo 11,  legge
24 febbraio 1992, n. 225; articolo 14, comma 3,  decreto  legislativo
30 luglio 1999, n. 300) 
 
  1. Il Corpo nazionale dei vigili del fuoco, di seguito  denominato:
"Corpo nazionale",  e'  una  struttura  dello  Stato  ad  ordinamento
civile, incardinata nel Ministero  dell'interno  -  Dipartimento  dei
vigili del fuoco, del soccorso pubblico e  della  difesa  civile,  di
seguito  denominato:  "Dipartimento",  per  mezzo  della   quale   il
Ministero dell'interno, ai sensi del decreto  legislativo  30  luglio
1999, n. 300, assicura, anche per la difesa civile,  il  servizio  di
soccorso pubblico e di prevenzione ed estinzione degli  incendi,  ivi
compresi gli incendi boschivi,  su  tutto  il  territorio  nazionale,
nonche' lo svolgimento  delle  altre  attivita'  assegnate  al  Corpo
nazionale dalle leggi e dai regolamenti, secondo quanto previsto  nel
presente decreto legislativo. 
  2. Il Corpo  nazionale  e'  componente  fondamentale  del  servizio
nazionale di protezione civile ai sensi dell'articolo 11 della  legge
24 febbraio 1992, n. 225. ((6)) 
 
--------------- 
AGGIORNAMENTO (6) 
  Il D.Lgs. 2 gennaio 2018, n. 1 ha disposto (con l'art. 47, comma 1,
lettera o)) che "Tutti i riferimenti alla legge 24 febbraio 1992,  n.
225 e ai relativi  articoli,  contenuti  in  altre  disposizioni,  si
intendono riferiti al presente decreto e ai corrispondenti  articoli.
In particolare: 
  [...] 
  o) gli articoli 10 e  11  della  legge  n.  225  del  1992,  citati
nell'articolo 1, comma 2, nell'articolo 3, comma 1,  e  nell'articolo
24, comma 2, del decreto legislativo 8 marzo  2006,  n.  139,  devono
intendersi  rispettivamente  riferiti  agli  articoli  14  e  13  del
presente decreto".