DECRETO LEGISLATIVO 1 agosto 2003, n. 259

Codice delle comunicazioni elettroniche.

note: Entrata in vigore del decreto: 16-9-2003 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 30/07/2021)
  • Allegati
Testo in vigore dal: 1-6-2012
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                               Art. 50 
Obblighi in materia di controllo dei prezzi  e  di  contabilita'  dei
                                costi 

 
  ((1.  Ai  sensi  dell'articolo  45,   per   determinati   tipi   di
interconnessione e di accesso l'Autorita' puo'  imporre  obblighi  in
materia di recupero  dei  costi  e  controlli  dei  prezzi,  tra  cui
l'obbligo che i prezzi siano orientati ai costi, nonche' l'obbligo di
disporre di un sistema di contabilita' dei costi,  qualora  l'analisi
del mercato riveli che l'assenza di un'effettiva concorrenza comporta
che l'operatore interessato potrebbe mantenere prezzi ad  un  livello
eccessivamente elevato o comprimerli a danno dell'utenza finale.  Per
incoraggiare gli investimenti effettuati dall'operatore  anche  nelle
reti  di  prossima  generazione,  l'Autorita'   tiene   conto   degli
investimenti  effettuati  dall'operatore  e  gli   consente   un'equa
remunerazione   del   capitale   investito,   purche'   congruo,   in
considerazione di eventuali rischi specifici  di  un  nuovo  progetto
particolare di investimento nella rete.)) 
  2. L'Autorita' provvede affinche' tutti i  meccanismi  di  recupero
dei costi o metodi di  determinazione  dei  prezzi  resi  obbligatori
servano a promuovere l'efficienza e  la  concorrenza  sostenibile  ed
ottimizzino i vantaggi per i  consumatori.  Al  riguardo  l'Autorita'
puo' anche tener conto dei prezzi applicati in mercati concorrenziali
comparabili. 
  3. Qualora un operatore  abbia  l'obbligo  di  orientare  i  propri
prezzi ai costi, ha l'onere della prova che il  prezzo  applicato  si
basa sui costi, maggiorati di  un  ragionevole  margine  di  profitto
sugli  investimenti.  Per  determinare  i  costi   di   un'efficiente
fornitura di servizi, l'Autorita' puo' approntare una metodologia  di
contabilita' dei costi indipendente da quella usata dagli  operatori.
L'Autorita' puo' esigere che un operatore  giustifichi  pienamente  i
propri prezzi e, ove necessario, li adegui. 
  4. L'Autorita' provvede affinche', qualora sia imposto  un  sistema
di contabilita' dei costi a sostegno di una misura di  controllo  dei
prezzi, sia pubblicata una descrizione, che illustri quanto  meno  le
categorie principali di costi  e  le  regole  di  ripartizione  degli
stessi. La conformita'  al  sistema  di  contabilita'  dei  costi  e'
verificata da un  organismo  indipendente  dalle  parti  interessate,
avente   specifiche   competenze,   incaricato   dall'Autorita'.   E'
pubblicata annualmente una dichiarazione di conformita' al sistema. I
costi relativi alle verifiche rientrano tra quelli coperti  ai  sensi
dall'articolo 34.