DECRETO-LEGGE 17 maggio 1996, n. 280

Disposizioni urgenti nel settore sanitario.

note: Entrata in vigore del decreto: 22-5-1996.
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 18 luglio 1996, n. 382 (in G.U. 20/07/1996, n.169).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 20/07/1996)
Testo in vigore dal: 22-5-1996
al: 20-7-1996
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                   IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
  Visti gli articoli 77 e 87 della Costituzione;
  Ritenuta   la   straordinaria  necessita'  ed  urgenza  di  emanare
disposizioni concernenti il settore sanitario;
  Vista  la  deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella
riunione del 15 maggio 1996;
  Sulla proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri e Ministro
del  tesoro e del Ministro della sanita', di concerto con il Ministro
del bilancio e della programmazione economica;
                              E M A N A
                     il seguente decreto-legge:
                               Art. 1.
  1.  Il  terzo  periodo  del  comma 5 dell'articolo 2 della legge 28
dicembre 1995, n. 549, e' soppresso.
  2. Dopo il primo periodo del comma 5 dell'articolo 2 della legge 28
dicembre 1995, n. 549, sono inseriti i seguenti periodi:
  "I posti letto eccedenti la dotazione media sono disattivati e, ove
necessario,  riconvertiti  in  residenze  sanitarie assistenziali, in
altre   strutture   residenziali   non   ospedaliere   e  in  servizi
ambulatoriali.  Gli  ospedali  con  dotazione minima inferiore ai 120
posti   letto   possono   anche  essere  riconvertiti  alle  funzioni
ospedaliere  per  la  riabilitazione  e la lungodegenza postacuzie ed
essere  a  tal  fine  funzionalmente  accorpati  con altri ospedali e
possono  ospitare una o piu' delle funzioni precedentemente indicate.
Per  la  realizzazione delle predette riconversioni sono utilizzati i
finanziamenti  di  cui  all'articolo 20 della legge 11 marzo 1988, n.
67.".
  3.   I   termini   fissati  dall'articolo  3,  commi  1  e  2,  del
decreto-legge 1 dicembre 1995, n. 509, convertito, con modificazioni,
dalla  legge  31 gennaio 1996, n. 34, per l'approvazione dei progetti
esecutivi  delle  opere  finanziate  con  le  risorse  disponibili in
attuazione  di  quanto previsto dall'articolo 20 della legge 11 marzo
1988,  n.  67,  sono differiti, rispettivamente, al 31 luglio e al 31
agosto 1996.