DECRETO-LEGGE 29 dicembre 1977, n. 946

Provvedimenti urgenti per la finanza locale.

note:
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 27 febbraio 1978, n. 43 (in G.U. 28/02/1978, n.58).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 28/09/2000)
Testo in vigore dal: 1-3-1978
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 9.

  ((Per  l'anno  1978  le  intendenze  di finanza corrisponderanno ai
comuni e alle province somme di importo pari a quelle corrisposte per
l'anno   1977  in  applicazione  del  decreto  del  Presidente  della
Repubblica  26  ottobre 1972, n. 638, nei limiti degli stanziamenti a
tal  fine  iscritti  nello  stato  di  previsione del Ministero delle
finanze per l'anno finanziario 1977, integrati ai sensi dell'articolo
1  della  legge  8 agosto 1977, n. 547. L'importo cosi' risultante e'
ulteriormente  aumentato  del  20  per  cento  e,  per  i comuni e le
province del Mezzogiorno, del 25 per cento.
  I  pagamenti  di  cui  al  comma  precedente saranno disposti dalle
intendenze di finanza, in via anticipata, in quote bimestrali, pari a
due  dodicesimi  dell'importo annualmente spettante a ciascun ente, e
dovranno  essere  effettuati  entro  i  primi venti giorni di ciascun
bimestre.
  La  data del 31 dicembre 1977 prevista dall'articolo 14 del decreto
del  Presidente  della  Repubblica  26  ottobre  1972, n. 638, per la
corresponsione, da parte di regioni, comuni e province, di contributi
ad  enti  con  riferimento  a  tributi  soppressi, e' prorogata al 31
dicembre 1978.
  Sono  sospese  le  procedure  di  compensazione  amministrativa per
eventuali  debiti  di comuni e province, relativi all'esercizio 1977,
nei confronti dello Stato.
  Il  termine di cui all'articolo 16 del decreto del Presidente della
Repubblica  26  ottobre  1972,  n.  638,  e' prorogato al 31 dicembre
1978.))