DECRETO-LEGGE 18 novembre 1966, n. 976

Ulteriori interventi e provvidenze per la ricostruzione e per la ripresa economica nei territori colpiti dalle alluvioni e mareggiate dell'autunno 1966.

note:
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 23 dicembre 1966, n. 1142 (in G.U. 30/12/1966, n.328).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 15/12/2010)
Testo in vigore dal: 16-2-1969
aggiornamenti all'articolo
                              Art. 38.

  Limitatamente ai finanziamenti ad imprese artigiane danneggiate, la
garanzia  di cui all'articolo 1 della legge 14 ottobre 1964, n. 1068,
si  applica fino all'ammontare del 95 per cento della perdita che gli
Istituti  ed  Aziende  di  credito  dimostrino  di aver sofferto dopo
l'esperimento  delle  procedure  ritenute utili d'intesa con la Cassa
per  il  credito alle imprese artigiane, quando la perdita stessa non
superi  i 5 milioni e fino allo ammontare dell'80 per cento quando le
perdita superi tale importo. ((8))
---------------
AGGIORNAMENTO (8)
  Il  D.L.  18  dicembre  1968, n. 1233, convertito con modificazioni
dalla  L. 12 febbraio 1969, n. 7 ha disposto (con l'art. 26, comma 1)
che  "Ai  finanziamenti  alle imprese artigiane di cui all'articolo 5
del  presente  decreto  la  garanzia  prevista  dall'articolo  38 del
decreto-legge  18 novembre 1966, n. 976, convertito con modificazioni
nella legge 23 dicembre 1966, n. 1142, si esplica nella misura del 95
per  cento  della perdita sofferta fino a lire trenta milioni e nella
misura dell'80 per cento per l'eccedenza".