DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 28 gennaio 1988, n. 43

Istituzione del Servizio di riscossione dei tributi e di altre entrate dello Stato e di altri enti pubblici, ai sensi dell'art. 1, comma 1, della legge 4 ottobre 1986, n. 657.

note: Entrata in vigore del decreto: 1-3-1988 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 27/04/1999)
  • Allegati
Testo in vigore dal: 1-7-1999
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 39 
Conto giudiziale dei versamenti diretti e delle riscossioni del ruolo 
 
  1.  Nel   trimestre   successivo   alla   chiusura   dell'esercizio
finanziario o alla cessazione delle funzioni, se  avvenga  prima,  il
concessionario  rende  separati  conti   giudiziali   relativa   alla
riscossione del ruolo a norma dell'articolo 74 del regio  decreto  18
novembre 1923, n. 2440, concernente l'amministrazione del  patrimonio
e la contabilita' generale  dello  Stato,  e  dell'articolo  610  del
relativo regolamento e  successive  modificazioni.  Agli  adempimenti
previsti  dall'articolo  618  dello   stesso   regolamento   provvede
l'intendente di finanza. Dopo la parifica, il conto deve essere  reso
alla ragioneria provinciale, dello Stato, ai sensi  del  decreto  del
Presidente della Repubblica 30 giugno 1955, n. 1544. 
  2. Nello stesso termine indicato al comma 1 il concessionario rende
il conto della gestione agli altri enti interessati per la  parte  di
rispettive pertinenze. (5) ((19)) 
    
-------------

    
AGGIORNAMENTO (5) 
  Il D.L. 13 maggio 1991,  n.  151,  convertito,  con  modificazioni,
dalla L. 12 luglio 1991, n. 202, ha disposto (con l'art. 11, comma 4)
che "I termini di cui all'articolo  39  del  decreto  del  Presidente
della Repubblica 28 gennaio 1988, n.  43,  riguardanti  la  resa  del
conto giudiziale per l'esercizio finanziario 1990, sono prorogati  di
tre mesi". 
    
-------------

    
AGGIORNAMENTO (19) 
  Il D.Lgs. 13 aprile 1999, n. 112 ha disposto (con l'art. 68,  comma
1) che "Salvo quanto previsto dagli articoli 58 e 59, e' abrogato  il
decreto del Presidente della Repubblica 28 gennaio 1988, n. 43.  Tale
abrogazione non opera limitatamente al rinvio contenuto nell'articolo
4, comma 1, ultimo periodo, del decreto legislativo 9 luglio 1997, n.
237".