LEGGE 25 febbraio 1987, n. 67

Rinnovo della legge 5 agosto 1981, n. 416, recante disciplina delle imprese editrici e provvidenze per l'editoria.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 24/12/2019)
Testo in vigore dal: 31-12-1989
aggiornamenti all'articolo
                              Art. 10.
                   (Contributi ad altri periodici)

  1.  Per il quinquennio 1986-1990 i contributi di cui all'articolo 8
sono   corrisposti   altresi'   alle  imprese  editrici  di  giornali
plurisettimanali, settimanali o quindicinali a condizione che:
    a)  abbiano  un assetto proprietario che risponda ai caratteri di
cui al comma 1 o ai requisiti di cui al comma 2 dell'articolo 9;
    b)   non   abbiano   acquisito   nell'anno   precedente  introiti
pubblicitari  superiori  complessivamente  al 40 per cento dei costi,
compresi   gli   ammortamenti,   dell'impresa  per  l'anno  medesimo,
risultanti dal bilancio;
    c)  editino  giornali  con  caratteristiche editoriali analoghe a
quelle tipiche dei quotidiani di cui all'articolo 8;
    d)  abbiano  pubblicato  nei  due  anni  antecedenti l'entrata in
vigore   della   presente   legge  e  nell'anno  di  riferimento  dei
contributi,  non meno di 45 numeri ogni anno per ciascuna testata per
i plurisettimanali e settimanali e 18 per i quindicinali.
  2. La Commissione di cui all'articolo 54 della legge 5 agosto 1981,
n.   416,   esprime   parere   sull'accertamento   della  tiratura  e
sull'accertamento  dei requisiti di ammissione ai contributi disposti
dagli articoli 9 e 17, oltre che dal presente articolo.((4))
-----------
AGGIORNAMENTO (4)
La  L.  22 dicembre 1989, n. 411 ha disposto che " I crediti relativi
ai  contributi  previsti  dagli articoli 8, 9, 10 e 11 della legge 25
febbraio  1987,  n.  67, possono essere ceduti agli enti pubblici che
gestiscono  forme  obbligatorie di previdenza e di assistenza sociale
per  il  pagamento  dei  conributi,  dei  premi  e dei relativi oneri
accessori."