LEGGE 21 dicembre 1977, n. 967

Procedure eccezionali per lavori urgenti ed indifferibili negli istituti penitenziari.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 27/12/1990)
Testo in vigore dal: 11-1-1991
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 3.

  I   lavori   di   cui   all'articolo   1  possono  essere  eseguiti
dall'amministrazione  penitenziaria  in  economia  diretta fino ad un
importo  di  lire  50  milioni  ed  affidati  a  trattativa privata e
licitazione  privata  rispettivamente per importi fino a 300 e fino a
500 milioni. ((2))
  Per  lavori  di  importo  superiore  a  1.000  milioni  di  lire si
applicano le norme di cui alla legge 8 agosto 1977, n. 584.
  Per  i  lavori  d'importo fino a 500 milioni non viene richiesto il
parere  del  Consiglio  di Stato o di altri organi consultivi, ovvero
l'approvazione  di  organi  dell'Amministrazione dei lavori pubblici.
(1)
---------------
AGGIORNAMENTO (1)
  La  L.  30  marzo  1981,  n.119, ha disposto (con l'art. 20) che "I
limiti  di  importo  previsti  dagli  articoli  3  e 4 della legge 21
dicembre  1977,  n.  967,  sono  raddoppiati  ed  agli  atti comunque
concernenti  le  opere  di  cui  al presente articolo si applicano le
disposizioni  di  cui  all'articolo  6 della stessa legge 21 dicembre
1977, n. 967."
---------------
AGGIORNAMENTO (2)
  La L. 15 dicembre 1990, n.395, ha disposto (con l'art. 37, comma 1)
che  A  parziale  modifica  del  primo  comma  dell'articolo  3 della
presente  legge  "il  limite  di  spesa  previsto  per il funzionario
delegato e' elevato a lire 200 milioni."