LEGGE 18 dicembre 1973, n. 836

Trattamento economico di missione e di trasferimento dei dipendenti statali.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 14/11/2011)
Testo in vigore dal: 1-1-2012
aggiornamenti all'articolo
                              Art. 21. 
 
  Al dipendente trasferito spetta un'indennita' di prima sistemazione
nella misura di: 
    lire 200 mila al personale con qualifica di dirigente generale  e
qualifiche corrispondenti o superiori; 
    lire 170 mila al personale con qualifica di direttore di  sezione
e qualifiche corrispondenti o superiori; 
    lire  140  mila  al  personale  con  qualifica  di  segretario  e
qualifiche corrispondenti o superiori; 
    lire 120 mila a tutto il rimanente personale. (1) (2) ((12)) 
  L'indennita' di cui al precedente comma e' ridotta alla  meta'  per
il dipendente senza persone di famiglia conviventi ed a  carico  alla
data di decorrenza del provvedimento di trasferimento. 
  Al dipendente che non abbia trasferito nella nuova sede di servizio
la  famiglia  e'  corrisposta  la  meta'  dell'indennita'  di   prima
sistemazione di cui al presente  articolo,  salvo  la  corresponsione
dell'altra meta' dopo l'avvenuto trasferimento della famiglia purche'
compiuto entro un triennio dalla data di decorrenza del provvedimento
di trasferimento. 
  L'indennita' di prima sistemazione, nelle misure spettanti ai sensi
dei precedenti commi, e' ridotta ad un terzo per  il  personale  che,
nella nuova sede di servizio, fruisca di alloggio gratuito ovvero sia
provvisto di indennita' di alloggio. 
  L'indennita' di  prima  sistemazione  e'  attribuita  nella  misura
corrispondente alla qualifica rivestita dal dipendente alla  data  di
decorrenza del provvedimento di trasferimento. 
  Agli ufficiali di complemento, in  servizio  di  prima  nomina,  ai
sottufficiali in servizio di leva ed a militari  di  truppa  che  non
siano raffermati o vincolati a ferme speciali spetta, esclusivamente,
in caso di trasferimento,  il  trattamento  previsto  dalla  presente
legge per le trasferte oltre al rimborso delle spese per il trasporto
del proprio bagaglio personale ai sensi del primo comma dell'articolo
19 della presente legge. 
  Ai fini dell'attribuzione dell'indennita'  di  prima  sistemazione,
per le qualifiche non indicate vale l'equiparazione di cui all'ultimo
comma dell'articolo 1 della presente legge. 
 
--------------- 
AGGIORNAMENTO (1) 
  La L. 26 luglio 1978, n. 417 ha disposto (con l'art. 12,  comma  1)
che "L'indennita'  di  prima  sistemazione  di  cui  al  primo  comma
dell'articolo 21 della legge 18 dicembre 1973,  n.  836,  e'  fissata
nella misura di: 
    L. 200.000 per il personale con qualifica di dirigente generale e
qualifiche corrispondenti o superiori; 
    L. 170.000 per tutto il rimanente personale." 
--------------- 
AGGIORNAMENTO (2) 
  Il D.P.R. 16 gennaio 1978, n.513 ha disposto (con l'art. 7, commi 1
e 2) che "L'indennita' di prima sistemazione di cui  al  primo  comma
dell'art. 21 della legge 18 dicembre 1973, n. 836, e' fissata  in  L.
170.000. 
  La suddetta misura e' aumentata di un importo pari a tre mensilita'
dell'indennita' integrativa speciale vigente nel tempo". 
------------- 
AGGIORNAMENTO (12) 
  La L. 12 novembre 2011, n. 183 ha disposto (con l'art. 4, comma 44)
che " L'indennita' di prima sistemazione di cui all'articolo 21 della
legge 18 dicembre 1973, n. 836, come adeguata dalla legge  26  luglio
1978,  n.  417,  e'  dovuta  esclusivamente  nel  caso  di  effettivo
mutamento della residenza del dipendente a seguito del  trasferimento
da una ad altra sede permanente di servizio".