LEGGE 6 ottobre 1971, n. 853

Finanziamento della Cassa per il Mezzogiorno per il quinquennio 1971-1975 e modifiche e integrazioni al testo unico delle leggi sugli interventi nel Mezzogiorno.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 31/10/1994)
Testo in vigore dal: 10-11-1971
                               Art. 4.
 (Attribuzioni alle Regioni di compiti di intervento straordinario)

  Gli  interventi  straordinari  gia'  affidati  alla  Cassa  per  il
Mezzogiorno a norma del testo unico 30 giugno 1967, n. 1523, relativi
alle  materie  di  competenza regionale di cui all'articolo 117 della
Costituzione,  sono realizzati dalle Regioni a decorrere dall'entrata
in vigore dei decreti di trasferimento delle funzioni corrispondenti,
emanati ai sensi dell'articolo 17 della legge 16 maggio 1970, n. 281.
Nell'attuazione  dei predetti interventi le Regioni si attengono alle
norme  della  presente  legge, agli indirizzi del programma economico
nazionale e dei piani regionali, nonche' alle direttive del CIPE.
  Per  le  Regioni  della Sicilia e della Sardegna, per le materie di
rispettiva  competenza,  si provvede, ove occorra, secondo le vigenti
disposizioni di legge.
  Per  l'attuazione  dei compiti loro affidati le Regioni eseguono le
rilevazioni e le indagini ritenute necessarie.
  Sono  trasferite  alle  Regioni  le  attribuzioni di competenza del
Comitato  dei Ministri e del Ministro per gli interventi straordinari
nel  Mezzogiorno,  del  Ministero  dell'industria,  del  commercio  e
dell'artigianato  e  del  Ministero  dei lavori pubblici, relative ai
Consorzi per le aree e i nuclei di sviluppo industriale, ivi comprese
quelle attinenti i piani regolatori delle aree e dei nuclei.
  Al  finanziamento  degli interventi di cui al primo e secondo comma
si  provvede con il Fondo per il finanziamento di programmi regionali
di  sviluppo  di  cui  allo articolo 9 della legge 16 maggio 1970, n.
281,   nonche'   con   assegnazioni  a  carico  dell'apporto  di  cui
all'articolo 17 della presente legge.
  Per  le  finalita'  indicate nel precedente comma e' riservata alle
Regioni  i cui territori sono compresi in tutto o in parte tra quelli
indicati dall'articolo 1 del testo unico 30 giugno 1967, n. 1523, una
quota  non inferiore al 60 per cento dell'ammontare complessivo delle
disponibilita' del predetto Fondo.
  Alle   predette   regioni  e'  riservata  pari  quota  delle  spese
autorizzate  con  leggi  generali  o speciali per interventi relativi
alle materie di cui all'articolo 117 della Costituzione.