DECRETO LEGISLATIVO 24 gennaio 2006, n. 36

((Attuazione della direttiva (UE) 2019/1024 relativa all'apertura dei dati e al riutilizzo dell'informazione del settore pubblico che ha abrogato la direttiva 2003/98/CE))

note: Entrata in vigore del provvedimento: 1/3/2006 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 30/11/2021)
Testo in vigore dal: 15-12-2021
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 3. 
 
           Documenti esclusi dall'applicazione del decreto 
 
  1. ((Il presente decreto non si applica ai seguenti documenti:)) 
    a) quelli detenuti per  finalita'  che  esulano  dall'ambito  dei
compiti istituzionali della pubblica amministrazione o dell'organismo
di diritto pubblico, a condizione che la portata di detti compiti sia
trasparente e soggetta a revisione; 
    ((a-bis) quelli nella disponibilita' di imprese pubbliche: 
      1) prodotti  al  di  fuori  dell'ambito  della  prestazione  di
servizi di interesse generale; 
      2) connessi ad attivita' direttamente esposte alla  concorrenza
e non soggette alle norme in materia di appalti;)) 
    b)  quelli  nella  disponibilita'  delle  emittenti  di  servizio
pubblico e delle societa' da esse controllate e da altri organismi  o
loro  societa'  controllate  per  l'adempimento  di  un  compito   di
radiodiffusione di servizio pubblico; 
    c)  quelli  nella  disponibilita'  di  istituti   di   istruzione
((secondaria e inferiore e, nel caso di tutti gli altri  istituti  di
istruzione, ai documenti diversi da quelli  di  cui  all'articolo  1,
comma 2-bis, del presente decreto)); 
    d) quelli nella disponibilita' di enti  culturali  diversi  dalle
biblioteche ((,comprese quelle universitarie)),  dai  musei  e  dagli
archivi; 
    e) quelli comunque nella disponibilita' degli  organismi  di  cui
((alla legge 3 agosto 2007, n. 124)); 
    f) LETTERA ABROGATA DALLA L. 4 GIUGNO 2010, N. 96; 
    g) quelli esclusi dall'accesso ai sensi  dell'articolo  24  della
legge 7 agosto 1990, n. 241, ((nonche' ai sensi  dell'articolo  5-bis
del decreto legislativo 14 marzo 2013,  n.  33,))  o  per  motivi  di
tutela del segreto statistico, quali disciplinati dall'articolo 9 del
decreto legislativo 6 settembre 1989. n. 322; 
    h)  quelli  sui  cui  terzi  detengono  diritti   di   proprieta'
intellettuale ai sensi della legge 22 aprile  1941,  n.  633,  ovvero
diritti di proprieta' industriale ai sensi del decreto legislativo 10
febbraio 2005, n. 30. 
    h-bis) quelli, non contenenti dati pubblici, il  cui  accesso  e'
disciplinato dal Capo V della legge 7 agosto 1990, n. 241; 
    h-ter) parti di documenti  contenenti  solo  logotipi,  stemmi  e
distintivi; 
    ((h-quater) quelli il cui accesso, ai sensi delle previsioni  del
regolamento UE 2016/679 e del decreto legislativo 30 giugno 2003,  n.
196 nonche' del decreto legislativo 18 maggio 2018, n. 51, e' escluso
o limitato, ovvero risulti pregiudizievole per la tutela  della  vita
privata e dell'integrita' degli  individui,  nonche'  alle  parti  di
documenti accessibili che contengono dati personali il cui riutilizzo
e' stato definito per legge incompatibile  con  le  previsioni  delle
suddette disposizioni normative;)) 
    ((h-quinquies) quelli il cui accesso e' escluso  o  limitato  per
motivi di  protezione  delle  informazioni  sensibili  relative  alle
infrastrutture  critiche  definite   all'articolo   2   del   decreto
legislativo 11 aprile 2011, n. 61; 
    h-sexies) documenti diversi da  quelli  di  cui  all'articolo  2,
comma 1, lettera c-septies), nella disponibilita'  di  organizzazioni
che svolgono attivita' di ricerca e di organizzazioni che  finanziano
la ricerca, comprese le organizzazioni preposte al trasferimento  dei
risultati della ricerca.)) 
  ((1-bis. Le pubbliche amministrazioni e gli  organismi  di  diritto
pubblico non  possono  esercitare  il  diritto  di  cui  all'articolo
64-quinquies della legge 22 aprile  1941,  n.  633  per  impedire  il
riutilizzo di documenti o di limitare il riutilizzo, salvo  i  limiti
stabiliti dal presente decreto.))