DECRETO-LEGGE 30 settembre 2005, n. 203

Misure di contrasto all'evasione fiscale e disposizioni urgenti in materia tributaria e finanziaria.

note: Entrata in vigore del provvedimento: 4/10/2005.
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 2 dicembre 2005, n. 248 (in S.O. n.195 relativo alla G.U. 02/12/2005, n. 281).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 28/03/2022)
Testo in vigore dal: 1-1-2007
aggiornamenti all'articolo
                             Art. 6-ter
                (Disposizioni concernenti l'ANAS Spa)

  1.  All'articolo  7  del  decreto  legge  8  luglio  2002,  n. 138,
convertito,  con  modificazioni,  dalla  legge 8 agosto 2002, n. 178,
sono apportate le seguenti modifiche:
    a) il comma 1-bis e' abrogato;
    b)  al  comma 1-quater, nel primo periodo, le parole: "alla somma
del  valore netto della rete autostradale e stradale nazionale di cui
al  comma  1-bis  e  del"  sono  sostituite dalla seguente: "al" e il
secondo periodo e' soppresso;
    c) al comma 1-quinquies, le parole: "La riscossione delle entrate
derivanti  dall'utilizzazione  dei beni demaniali trasferiti all'ANAS
Spa  ai  sensi del comma 1-bis" sono sostituite dalle seguenti: "Sono
di  competenza  dell'ANAS Spa le entrate derivanti dall'utilizzazione
dei  beni  demaniali  relativamente  ai quali esercita i diritti ed i
poteri  dell'ente  proprietario in virtu' della concessione di cui al
comma 2, la cui riscossione";
    d) al comma 4, sono aggiunte, in fine, le seguenti parole: "anche
tenendo  conto  delle  diverse  caratteristiche economiche e tecniche
della rete stradale, nonche' i relativi contratti di servizio";
    e) dopo il comma 5, e' inserito il seguente:
      "5-bis.  L'ANAS  Spa,  in  conformita'  con l'atto di indirizzo
adottato,  entro  trenta giorni dalla data di entrata in vigore della
presente  disposizione,  dal  Ministro  delle  infrastrutture  e  dei
trasporti, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze,
puo' subconcedere ad una o piu' societa' da essa costituite i compiti
ad essa affidati di cui all'articolo 2, comma 1, lettere a), b) e c),
del  decreto  legislativo  26  febbraio  1994 n. 143, relativamente a
talune tratte stradali o autostradali assoggettate o assoggettabili a
pedaggio  reale  o  figurativo.  La  societa'  subconcessionarie, cui
saranno  trasferite  le  pertinenti organizzazioni aziendali, saranno
tenute  nei confronti dell'ANAS Spa agli stessi obblighi e condizioni
assunti   dall'ANAS   Spa   nei   confronti   del   Ministero   delle
infrastrutture  e  dei  trasporti per i medesimi compiti, restando l'
ANAS Spa comunque responsabile dei loro adempimento nei confronti del
Ministero concedente";
    f) il comma 6 e' sostituito dal seguente:
      "6.  Le  azioni  sono  attribuite  al Ministero dell'economia e
delle  finanze, che esercita i diritti dell'azionista di concerto con
il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti".
  2.   Al   Ministero  delle  infrastrutture  e  dei  trasporti  sono
attribuite le seguenti funzioni:
    a)  programmazione  decennale  degli  interventi  di  progressivo
miglioramento,  adeguamento e implementazione della rete delle strade
e  autostrade  statali,  della  relativa  segnaletica  e dei relativi
servizi accessori;
    b) programmazione triennale attuativa della lettera a);
    c)   individuazione   delle   misure  di  carattere  generale  di
miglioramento della sicurezza del traffico e della segnaletica.
  3.  Il  Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, nell'atto di
indirizzo di cui al comma 4, puo' prevedere di esercitare le funzioni
di   cui   al  comma  2  avvalendosi  del  supporto  delle  strutture
appartenenti  all'ANAS Spa. In tale caso l'ANAS Spa conferisce ad una
societa' da essa costituita il ramo d'azienda relativo alle attivita'
di cui al comma 2. Contestualmente al conferimento, le azioni di tale
societa' sono trasferite a titolo gratuito al Ministero dell'economia
e  delle  finanze,  che esercita i diritti dell'azionista di concerto
con  il  Ministero delle infrastrutture e dei trasporti. Le attivita'
di questa societa' sono svolte sulla base di un contratto di servizio
stipulato  con  il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, di
concerto  con  il  Ministero dell'economia e delle finanze per quanto
attiene  agli  aspetti  finanziari.  Ai  corrispettivi  previsti  nel
contratto  di  servizio  si  fa  fronte  tramite  una  corrispondente
riduzione dei trasferimenti all'ANAS Spa.
  4. ((COMMA ABROGATO DALLA L. 27 DICEMBRE 2006, N. 296)).
  5. ((COMMA ABROGATO DALLA L. 27 DICEMBRE 2006, N. 296)).