DECRETO-LEGGE 13 maggio 1991, n. 152

Provvedimenti urgenti in tema di lotta alla criminalita' organizzata e di trasparenza e buon andamento dell'attivita' amministrativa.

note: Entrata in vigore del decreto: 13-5-1991.
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 12 luglio 1991, n. 203 (in G.U. 12/07/1991, n.162).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 22/03/2018)
  • Articoli
  • Capo I
    PERSONE CONDANNATE PER PARTICOLARI DELITTI
  • 1
  • agg.1
  • 2
  • agg.2
  • agg.1
  • 3
  • 4
  • Capo II
    DISPOSIZIONI IN MATERIA DI MISURE CAUTELARI
    E DI DEPOSITO DELLA SENTENZA
  • 5
  • agg.1
  • Capo III
    CIRCOSTANZE AGGRAVANTI E ATTENUANTI PER REATI COMMESSI DA PERSONE
    SOTTOPOSTE A MISURE DI PREVENZIONE O PER REATI CONNESSI AD ATTIVITA'
    MAFIOSE.
  • 6
  • agg.1
  • 7
  • agg.2
  • agg.1
  • 8
  • agg.2
  • agg.1
  • Capo IV
    DISPOSIZIONI IN TEMA DI ARMI
  • 9
  • agg.1
  • 10
  • 10 bis
  • Capo V
    AGGRAVANTI PER LA DETERMINAZIONE O LA UTILIZZAZIONE DI MINORENNI E DI
    NON IMPUTABILI O NON PUNIBILI NELLA COMMISSIONE DI REATI.
  • 11
  • agg.1
  • Capo VI
    COORDINAMENTO DEI SERVIZI DI POLIZIA GIUDIZIARIA
  • 12
  • agg.1
  • Capo VII
    MODIFICHE ALLA DISCIPLINA DELLE INTERCETTAZIONI
    DI CONVERSAZIONI O COMUNICAZIONI
  • 13
  • agg.3
  • agg.2
  • agg.1
  • Capo VIII
    DISPOSIZIONI IN MATERIA DI TRASPARENZA
    E DI BUON ANDAMENTO DELL'ATTIVITA' AMMINISTRATIVA
  • 14
  • agg.1
  • 15
  • agg.1
  • 16
  • agg.1
  • 17
  • 17 bis
  • 18
  • agg.1
  • 19
  • agg.1
  • 19 bis
  • Capo IX
    MODIFICAZIONI ALLA LEGISLAZIONE ANTIMAFIA
  • 20
  • 21
  • agg.3
  • agg.2
  • agg.1
  • 22
  • agg.1
  • 23
  • 24
  • agg.1
  • 25
Testo in vigore dal: 13-5-1991
al: 12-7-1991
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                               Art. 13. 
  1.  L'articolo  267  del  codice  di  procedura  penale  e'   cosi'
modificato: 
    a) il comma 1 e' sostituito dal seguente: 
  " 1. Il pubblico ministero richiede  al  giudice  per  le  indagini
preliminari  l'autorizzazione  a  disporre  le  operazioni   previste
dall'articolo 266. L'autorizzazione  e'  data  con  decreto  motivato
quando l'intercettazione  e'  necessaria  per  lo  svolgimento  delle
indagini in relazione a  un  reato  in  ordine  al  quale  sussistono
sufficienti indizi."; 
    b) il comma 3 e' sostituito dal seguente: 
  "   3.   Il   decreto   del   pubblico   ministero   che    dispone
l'intercettazione indica le modalita' e la durata  delle  operazioni.
Tale durata non puo' superare  i  quaranta  giorni,  ma  puo'  essere
prorogata dal giudice con decreto motivato per periodi successivi  di
venti giorni, qualora permangano i presupposti indicati nel comma  1.
Nei casi di urgenza, alla proroga provvede direttamente  il  pubblico
ministero; in tal caso si osservano le disposizioni del comma 2."; 
    c) nel comma 4 e' aggiunto, in fine,  il  seguente  periodo:  "Il
pubblico ministero e l'ufficiale di polizia giudiziaria possono farsi
coadiuvare da agenti di polizia giudiziaria.".