DECRETO-LEGGE 2 marzo 1989, n. 66

Disposizioni urgenti in materia di autonomia impositiva degli enti locali e di finanza locale.

note: Entrata in vigore del decreto-legge: 02/03/1989.
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 24 aprile 1989, n. 144 (in G.U. 26/04/1989, n.96).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 30/12/2020)
  • Allegati
Testo in vigore dal: 1-1-2021
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                              Art. 22. 
              Disposizioni sui mutui degli enti locali 
 
  1. (COMMA ABROGATO DAL D.LGS. 25 FEBBRAIO 1995, N. 77). 
  ((2. Le condizioni massime applicabili ai mutui da  concedere  agli
enti locali territoriali  o  altre  modalita'  tendenti  ad  ottenere
uniformita' di trattamento sono stabilite dal  Capo  della  Direzione
competente in  materia  di  debito  pubblico  con  determinazione  da
pubblicare   nel   sito   internet   istituzionale   del    Ministero
dell'economia e delle finanze - Dipartimento del tesoro)). 
  3. Per le aziende appartenenti alle categorie individuate ai  sensi
dell'ultimo comma dell'articolo 10 della legge 21 dicembre  1978,  n.
843, alla copertura  delle  perdite  di  gestione,  dopo  l'integrale
applicazione dell'articolo 9, si provvede mediante la contrazione  di
mutui, la cui  annualita'  di  ammortamento  e'  a  carico  dell'ente
proprietario.