DECRETO-LEGGE 7 novembre 1983, n. 623

Interventi urgenti per le zone colpite dal bradisismo dell'area flegrea e dal terremoto del 1980.

note:
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 23 dicembre 1983, n. 748 (in G.U. 02/01/1984, n.1).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 05/01/1987)
Testo in vigore dal: 4-11-1986
aggiornamenti all'articolo
                             Art. 5-bis.

  1.  Ai  datori di lavoro le cui aziende siano ubicate nel comune di
Pozzuoli  e'  concesso,  relativamente  al  personale  dipendente ivi
occupato,  l'esonero  dal  pagamento  dei contributi previdenziali ed
assistenziali  per i periodi di paga in scadenza dopo il 10 settembre
1983 e fino al 31 dicembre 1984.((3))
  2. I coltivatori diretti, mezzadri, coloni e rispettivi concedenti,
gli  artigiani  e  gli  esercenti  attivita'  commerciali,  nonche' i
pescatori autonomi di cui alla legge 13 marzo 1958, n. 250, residenti
nel  comune  di Pozzuoli, sono esonerati dal pagamento dei contributi
previdenziali  ed  assistenziali  per i versamenti compresi tra il 10
settembre 1983 ed il 31 dicembre 1984.
  3.  Il  fondo  per  la  protezione civile rimborsa, entro il limite
massimo  di  lire  2.500  milioni,  alle  gestioni  previdenziali  ed
assistenziali  le  somme  corrispondenti  ai  contributi  di  cui  ai
precedenti commi, su presentazione di appositi rendiconti.
  4.  A  favore  delle  imprese  industriali, commerciali, artigiane,
turistiche  e  di navigazione, danneggiate o distrutte dal bradisismo
dell'area   flegrea,   si   applicano,  senza  altre  formalita',  le
provvidenze  di  cui  al  decreto-legge  15  dicembre  1951, n. 1334,
convertito, con modificazioni, nella legge 13 febbraio 1952, n. 50, a
valere sulle disponibilita' della stessa legge.
  5.  Sulle  rate  di  dicembre 1983 e giugno 1984, relative a mutui,
connessi  all'attivita', contratti da imprese commerciali, artigiane,
turistiche  e  di  navigazione  e' corrisposto un contributo in conto
interessi,  a carico del fondo per la protezione civile, nella misura
di  tre  punti  percentuali sull'importo dell'interesse applicato per
ciascun mutuo. I criteri e le modalita' per l'attuazione del presente
comma   sono  determinati  con  provvedimento  del  Ministro  per  il
coordinamento  della  protezione  civile d'intesa con il Ministro del
tesoro.
  6.  In  deroga  alle  disposizioni  contenute nella legge 11 giugno
1971,  n.  426,  e'  consentita  la concessione temporanea di licenza
commerciale  ai  titolari  di  licenza  costretti  ad  abbandonare la
localita' di origine per effetto del bradisismo dell'area flegrea.
------------
AGGIORNAMENTO (3)
La  L.  28 ottobre 1986, n. 730 ha disposto (con l'art.9 comma 4) che
"Il  termine del 31 dicembre 1984, indicato nel comma 1 dell'articolo
5-bis  del  decreto-legge  7  novembre  1983, n. 623, convertito, con
modificazioni,  dalla legge 23 dicembre 1983, n. 748, e' prorogato al
31  dicembre  1985  per i datori di lavoro che abbiano proceduto, nel
corso dell'anno 1984, ad assunzione di manodopera locale. Il relativo
onere,  valutato in 150 milioni di lire, e' a carico del fondo per la
protezione civile."