DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 28 gennaio 1988, n. 43

Istituzione del Servizio di riscossione dei tributi e di altre entrate dello Stato e di altri enti pubblici, ai sensi dell'art. 1, comma 1, della legge 4 ottobre 1986, n. 657.

note: Entrata in vigore del decreto: 1-3-1988 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 27/04/1999)
  • Allegati
Testo in vigore dal: 1-7-1999
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 67 
     Riscossione coattiva delle tasse e delle imposte indirette 
 
  1.  I  concessionari  del  servizio  provvedono  alla   riscossione
coattiva dell'imposta sul valore aggiunto, della imposta di registro,
delle imposte ipotecarie e catastali, della imposta sulle successioni
e donazioni, dell'imposta comunale sull'incremento  di  valore  degli
immobili, delle imposte di fabbricazione, delle imposte  erariali  di
consumo e dei diritti doganali e di ogni altro diritto o accesorio la
cui riscossione  e'  demandata  all'amministrazione  doganale,  delle
tasse automobilistiche e sulle concessioni, governative, nonche' alla
riscossione delle pene pecuniarie, delle soprattasse e di ogni  altro
accessorio e penalita' relativi ai predetti tributi. 
  2. La  riscossione  coattiva  e'  effettuata  secondo  le  seguenti
modalita': 
a) se, a seguito  di  invito  al  pagamento,  atto  di  liquidazione,
   accertamento,   rettifica   o   erogazione   di   sanzioni    sono
   infruttuosamente scaduti i termini di pagamento delle somme di cui
   al comma  1,  l'ufficio  finanziario  competente  forma  il  ruolo
   relativo ai contribuenti per i quali si procede  alla  riscossione
   coattiva ai sensi dell'articolo 11, terzo comma, del  decreto  del
   Presidente della Repubblica 29 settembre  1973,  n.  602.  Per  la
   formazione del ruolo e per la riscossione delle somme iscritte  si
   applicano le disposizioni previste per la riscossione dei  tributi
   e delle entrate di cui all'articolo 63,  comma  1;  i  ruoli  sono
   riscossi in unica soluzione alla prima scadenza utile; 
b) con decreto del Ministro delle finanze sono stabiliti tempi,  pro-
   cedure e criteri per la redazione e la trasmissione  dei  suddetti
   ruoli e per la compilazione meccanografica degli stessi  da  parte
   del consorzio nazionale obbligatorio  tra  i  concessionari  della
   riscossione, nonche' gli  adempimenti  contabili  a  carico  degli
   agenti della riscossione; 
c) l'intendente di finanza appone il visto di esecutorieta' dei ruoli
   e li consegna al concessionario territorialmente  competente,  che
   ne  rilascia  ricevuta,  affinche'   lo   stesso   provveda   alla
   riscossione senza l'obbligo del non riscosso come riscosso. 
   L'intendente di finanza trasmette copia del frontespizio dei ruoli
   consegnati alla competente ragioneria provinciale per  i  relativi
   controlli. 
  3. Le disposizioni del presente articolo si  applicano  ai  crediti
indicati al comma 1, comprese le eventuali spese di esecuzione, i cui
termini di pagamento sono scaduti anteriormente alla data di  entrata
in vigore del presente decreto. ((19)) 
    
-------------

    
AGGIORNAMENTO (19) 
  Il D.Lgs. 13 aprile 1999, n. 112 ha disposto (con l'art. 68,  comma
1) che "Salvo quanto previsto dagli articoli 58 e 59, e' abrogato  il
decreto del Presidente della Repubblica 28 gennaio 1988, n. 43.  Tale
abrogazione non opera limitatamente al rinvio contenuto nell'articolo
4, comma 1, ultimo periodo, del decreto legislativo 9 luglio 1997, n.
237".