DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 29 settembre 1973, n. 600

Disposizioni comuni in materia di accertamento delle imposte sui redditi.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 20/05/2022)
  • Allegati
Testo in vigore dal: 1-1-1992
aggiornamenti all'articolo
                              Art. 15. 
                        Inventario e bilancio 
 
  Le societa', gli enti e gli  imprenditori  commerciali  di  cui  al
primo comma dell'art. 13 devono in ogni caso redigere l'inventario  e
il bilancio con il conto  dei  profitti  e  delle  perdite,  a  norma
dell'art. 2217 del codice civile, ((entro tre mesi dal termine per la
presentazione della dichiarazione dei redditi ai fini  delle  imposte
dirette)). 
  L'inventario, oltre agli elementi prescritti dal codice civile o da
leggi speciali, deve indicare la consistenza dei beni raggruppati  in
categorie omogenee per natura e  valore  e  il  valore  attribuito  a
ciascun gruppo. Ove dall'inventario non si rilevino gli elementi  che
costituiscono ciascun gruppo e  la  loro  ubicazione,  devono  essere
tenute a disposizione dell'ufficio delle imposte le distinte che sono
servite per la compilazione dell'inventario. 
  Nell'inventario  degli  imprenditori  individuali   devono   essere
distintamente indicate  e  valutate  le  attivita'  e  le  passivita'
relative all'impresa. 
  Il bilancio e il conto dei  profitti  e  delle  perdite,  salve  le
disposizioni del codice civile e delle leggi speciali, possono essere
redatti con qualsiasi metodo  e  secondo  qualsiasi  schema,  purche'
conformi ai principi della tecnica contabile, salvo quanto  stabilito
nel secondo comma dell'art. 3.