DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 26 ottobre 1972, n. 633

Istituzione e disciplina dell'imposta sul valore aggiunto.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 13/10/2020)
Testo in vigore dal: 12-8-2018
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                            Art. 19-bis1 
(Esclusione o riduzione della detrazione per alcuni beni e servizi). 
 
  1. In deroga alle disposizioni di cui all'articolo 19: 
    a)  l'imposta  relativa  all'acquisto   o   all'importazione   di
aeromobili  e  dei  relativi  componenti  e  ricambi  e'  ammessa  in
detrazione  se  i  beni  formano   oggetto   dell'attivita'   propria
dell'impresa o sono destinati  ad  essere  esclusivamente  utilizzati
come strumentali nell'attivita' propria dell'impresa ed  e'  in  ogni
caso esclusa per gli esercenti arti e professioni;(146) 
    b) l'imposta relativa all'acquisto o  all'importazione  dei  beni
elencati nell'allegata tabella B  e  delle  navi  e  imbarcazioni  da
diporto nonche' dei relativi  componenti  e  ricambi  e'  ammessa  in
detrazione soltanto se i beni formano oggetto dell'attivita'  propria
dell'impresa ed e' in ogni caso esclusa  per  gli  esercenti  arti  e
professioni; (146) 
    c) l'imposta relativa all'acquisto o all'importazione di  veicoli
stradali  a  motore,  diversi  da  quelli  di  cui  alla  lettera  f)
dell'allegata tabella B, e  dei  relativi  componenti  e  ricambi  e'
ammessa in detrazione nella misura del 40 per cento se  tali  veicoli
non  sono  utilizzati  esclusivamente  nell'esercizio   dell'impresa,
dell'arte o della professione. La disposizione  non  si  applica,  in
ogni caso, quando i predetti veicoli formano  oggetto  dell'attivita'
propria dell'impresa nonche'  per  gli  agenti  e  rappresentanti  di
commercio. Per veicoli stradali a motore si intendono tutti i veicoli
a motore, diversi dai  trattori  agricoli  o  forestali,  normalmente
adibiti al trasporto stradale di persone o beni la cui massa  massima
autorizzata non supera 3.500 kg e il cui numero di  posti  a  sedere,
escluso quello del conducente, non e' superiore a otto;(146) 
    d)  l'imposta  relativa  all'acquisto   o   all'importazione   di
carburanti e lubrificanti destinati ad aeromobili, natanti da diporto
e veicoli stradali a motore, nonche' alle prestazioni di cui al terzo
comma dell'articolo 16 e alle prestazioni di custodia,  manutenzione,
riparazione e  impiego,  compreso  il  transito  stradale,  dei  beni
stessi, e' ammessa in  detrazione  nella  stessa  misura  in  cui  e'
ammessa   in   detrazione   l'imposta   relativa    all'acquisto    o
all'importazione di detti aeromobili, natanti e  veicoli  stradali  a
motore. L'avvenuta effettuazione dell'operazione deve essere  provata
dal pagamento mediante carte di credito,  carte  di  debito  o  carte
prepagate emesse da  operatori  finanziari  soggetti  all'obbligo  di
comunicazione previsto dall'articolo 7, sesto comma, del decreto  del
Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n.  605,  o  da  altro
mezzo ritenuto parimenti idoneo  individuato  con  provvedimento  del
direttore dell'Agenzia delle entrate;(146)(184)((186)) 
    e) salvo che formino oggetto dell'attivita' propria dell'impresa,
non e' ammessa in detrazione l'imposta  relativa,  a  prestazioni  di
trasporto di persone;(144)(146)(147) 
    f) non e' ammessa in detrazione l'imposta relativa all'acquisto o
all'importazione di alimenti e bevande ad  eccezione  di  quelli  che
formano   oggetto   dell'attivita'   propria   dell'impresa   o    di
somministrazione in mense scolastiche, aziendali o  interaziendali  o
mediante distributori automatici collocati nei locali dell'impresa; 
    g) LETTERA ABROGATA DALLA L. 24 DICEMBRE 2007, N. 244;(146) 
    h) non e' ammessa in detrazione l'imposta relativa alle spese  di
rappresentanza,   come   definite   ai   fini   delle   imposte   sul
reddito,tranne quelle sostenute  per  l'acquisto  di  beni  di  costo
unitario non superiore ad euro cinquanta; 
    i) non e' ammessa in detrazione l'imposta  relativa  all'acquisto
di fabbricati, o di porzione di fabbricato, a destinazione  abitativa
ne' quella relativa alla locazione o alla  manutenzione,  recupero  o
gestione degli stessi, salvo che per le imprese che hanno per oggetto
esclusivo o principale dell'attivita' esercitata la  costruzione  dei
predetti fabbricati o delle predette porzioni. La disposizione non si
applica per i soggetti che esercitano attivita' che  danno  luogo  ad
operazioni esenti di cui al numero 8) dell'articolo 10 che comportano
la riduzione della percentuale di detrazione  a  norma  dell'articolo
19, comma 5, e dell'articolo 19-bis.(104) 
                                                                 (91) 
----------------- 
AGGIORNAMENTO (91) 
  Il D.Lgs. 2 settembre 1997, n. 313  ha  disposto  (con  l'art.  11,
comma 8) che la presente  modifica  si  applica  a  decorrere  dal  1
gennaio 1998. 
----------------- 
AGGIORNAMENTO (104) 
  Il D.Lgs. 19 novembre 1998, n. 422 ha disposto (con l'art. 3, comma
3) che la presente modifica si applica alle operazioni  effettuate  a
decorrere dal 1 gennaio 1998. 
----------------- 
AGGIORNAMENTO (144) 
  La L. 27 dicembre 2006, n. 296 ha disposto  (con  l'art.  1,  comma
305) che "Per l'anno 2007 le detrazioni di cui al comma 304  spettano
nella misura del 50 per cento". 
----------------- 
AGGIORNAMENTO (146) 
  La L. 24 dicembre 2007, n. 244 ha disposto  (con  l'art.  1,  comma
264, lettera c)) che per le operazioni relative a veicoli stradali  a
motore, le disposizioni si applicano dal 28 giugno 2007. 
----------------- 
AGGIORNAMENTO (147) 
  Il D.L. 25 giugno 2008, n. 112, convertito con modificazioni  dalla
L. 6 agosto 2008, n. 133, ha disposto (con l'art. 83,  comma  28-ter)
che la presente modifica si  applica  alle  operazioni  effettuate  a
partire dal 1° settembre 2008. 
----------------- 
AGGIORNAMENTO (184) 
  La L. 27 dicembre 2017, n. 205 ha disposto: 
  - (con l'art. 1, comma 916) che la  presente  modifica  si  applica
alle fatture emesse a partire dal 1º gennaio 2019; 
  - (con l'art. 1, comma 917, lettere a) e b))  che  "Fermo  restando
quanto previsto al comma 916, le disposizioni dei commi da 909 a  928
si applicano alle  fatture  emesse  a  partire  dal  1º  luglio  2018
relative a: 
    a)  cessioni  di  benzina  o  di  gasolio  destinati  ad   essere
utilizzati come carburanti per motori; 
    b) prestazioni rese da soggetti  subappaltatori  e  subcontraenti
della filiera delle imprese nel quadro di un contratto di appalto  di
lavori,  servizi  o  forniture   stipulato   con   un'amministrazione
pubblica. Ai fini della presente lettera, per filiera  delle  imprese
si intende l'insieme dei soggetti, destinatari della normativa di cui
all'articolo 3 della legge 13 agosto 2010, n. 136, che intervengono a
qualunque titolo nel ciclo di realizzazione del contratto, anche  con
noli e forniture di beni  e  prestazioni  di  servizi,  ivi  compresi
quelli di natura intellettuale, qualunque sia l'importo dei  relativi
contratti o dei subcontratti. Le fatture elettroniche emesse ai sensi
della presente lettera riportano gli stessi codici CUP e CIG  di  cui
all'articolo 25, comma 2, del decreto-legge 24 aprile  2014,  n.  66,
convertito, con modificazioni, dalla legge 23  giugno  2014,  n.  89,
riportati nelle fatture emesse dall'impresa  capofila  nei  confronti
dell'amministrazione pubblica"; 
  - (con l'art. 1, comma 927) che la presente modifica si  applica  a
partire dal 1° luglio 2018. 
----------------- 
AGGIORNAMENTO (186) 
  La L. 27 dicembre 2017, n. 205, come modificata dal D.L. 12  luglio
2018, n. 87, convertito con modificazioni dalla L. 9 agosto 2018,  n.
96, ha disposto (con l'art. 1, comma  917,  lettere  a))  che  "Fermo
restando quanto previsto al comma 916, le disposizioni dei  commi  da
909 a 928 si applicano alle fatture emesse a partire  dal  1º  luglio
2018 relative a: 
    a)  cessioni  di  benzina  o  di  gasolio  destinati  ad   essere
utilizzati come carburanti per motori, ad eccezione delle cessioni di
carburante  per  autotrazione  presso  gli   impianti   stradali   di
distribuzione, per le quali il comma 920 si applica  dal  1°  gennaio
2019"; 
  Ha inoltre disposto (con l'art. 1, comma 927) che "Le  disposizioni
di cui ai commi 920, 921 e 926 si applicano dal 1° gennaio  2019.  Le
disposizioni di cui ai commi da 922 a 925 si applicano dal 1°  luglio
2018".