DECRETO LEGISLATIVO DEL CAPO PROVVISORIO DELLO STATO 17 luglio 1947, n. 691

Istituzione di un Comitato interministeriale per il credito ed il risparmio.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 12/06/2015)
Testo in vigore dal: 2-8-1947
al: 31-12-1993
aggiornamenti all'articolo
                   IL CAPO PROVVISORIO DELLO STATO

  Visto  il  regio  decreto-legge  12  marzo 1936, n. 375, convertito
nella legge 7 marzo 1938, n. 141;
  Vista la legge 7 aprile 1938, n. 636;
  Vista la legge 10 giugno 1940, n. 933;
  Vista la legge 3 dicembre 1942, n. 1752;
  Visto  il decreto legislativo luogotenenziale 14 settembre 1944, n.
226;
 Visto il decreto legislativo Presidenziale 23 agosto 1946, n. 370;
  Visto il regio decreto 28 aprile 1910, n. 204;
 Visto il decreto legislativo luogotenenziale 4 gennaio 1945, n. 1;
  Visto il decreto-legge luogotenenziale 25 giugno 1944, n. 151;
  Visto il decreto legislativo Presidenziale 16 marzo 1946, n. 98;
  Visto il decreto legislativo Presidenziale 19 giugno 1946, n. 1;
  Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri;
  Sulla  proposta  del  Presidente  del  Consiglio  dei  Ministri, di
concerto con tutti i Ministri;

                      HA SANZIONATO E PROMULGA:

                               Art. 1.

  E'  istituito  un  "Comitato interministeriale per il credito ed il
risparmio", al quale spetta l'alta vigilanza in materia di tutela del
risparmio,  in  materia  di  esercizio della funzione creditizia e in
materia valutaria.
  Il  Comitato  e'  composto  del  Ministro  per  il  tesoro,  che lo
presiede,  e  dei Ministri per i lavori pubblici, per l'agricoltura e
foreste, per l'industria e commercio, per il commercio con l'estero.
  Si applicano, quanto alle competenze, alle facolta' e alle funzioni
del  Comitato  interministeriale, le norme del regio decreto-legge 12
marzo  1936,  n.  375, convertito nella legge 7 marzo 1938, n. 141, e
successive modificazioni.