LEGGE 23 dicembre 2000, n. 388

Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2001).

note: Entrata in vigore della legge: 1-1-2001 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 28/02/2022)
  • Allegati
Testo in vigore dal: 1-3-2008
aggiornamenti all'articolo
                              Art. 139. 
(Differimento dei termini e altre disposizioni per la ultimazione dei
       lavori nelle zone colpite dalla catastrofe del Vajont) 
 
  1. I termini per la ultimazione dei lavori previsti dall'articolo 8
della legge 10 maggio 1983, n. 190, sono  differiti  al  31  dicembre
2001 anche per quegli assegnatari la  cui  pratica  contributiva  sia
gia' stata oggetto di formale revoca alla data di entrata  in  vigore
della presente legge. 
  ((2. I contributi  previsti  dai  commi  primo,  secondo,  terzo  e
settimo dell'articolo 4 della legge  4  novembre  1963,  n.  1457,  e
successive modificazioni,  possono  essere  concessi  ed  erogati  in
un'unica soluzione, a seguito di domanda presentata anche da uno solo
degli aventi diritto ai sensi dell'articolo 32 della citata legge  n.
1457 del 1963, anche nel caso  di  rinuncia  al  completamento  della
ricostruzione,  sino  alla  concorrenza  delle  spese  sostenute,  da
comprovare con idonei documenti fiscali o con perizia  asseverata  da
soggetto abilitato)). 
  3. I provvedimenti  di  assegnazione  definitiva  delle  aree  gia'
assegnate in via provvisoria  agli  aventi  diritto  dovranno  essere
definiti entro centottanta giorni dalla data  di  entrata  in  vigore
della presente legge. Decorso inutilmente tale termine l'assegnazione
dell'area, gia' provvisoria, diventa definitiva. 
  4. Per  garantire  l'erogazione  di  contributi  necessari  per  la
ricostruzione delle abitazioni, nonche' per  il  completamento  della
ricostruzione dei centri abitati di Erto, Casso e Vajont, di cui alla
legge 4 novembre 1963, n. 1457, e' autorizzato, per  l'anno  2001,  a
favore del Ministero dei lavori pubblici, lo stanziamento di lire  10
miliardi.