LEGGE 26 febbraio 1987, n. 49

Nuova disciplina della cooperazione dell'Italia con i Paesi in via di sviluppo.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 27/11/2014)
Testo in vigore dal: 29-8-2014
aggiornamenti all'articolo
                               ART. 7. 
            (Imprese miste nei Paesi in via di sviluppo) 
 
  1. A valere sul Fondo di rotazione di cui all'articolo 6 e  con  le
stesse procedure, possono essere concessi ad imprese italiane crediti
agevolati per assicurare il finanziamento della quota di capitale  di
rischio, anche in forma anticipata, per la  costituzione  di  imprese
miste.  Possono  altresi'  essere  concessi  crediti   agevolati   ad
investitori pubblici o privati o  ad  organizzazioni  internazionali,
affinche' finanzino imprese miste da realizzarsi in Paesi in  via  di
sviluppo (PVS) o concedano altre forme di  agevolazione  identificate
dal CIPE che promuovano lo sviluppo dei Paesi beneficiari. Una  quota
del medesimo Fondo puo' essere  destinata  alla  costituzione  di  un
Fondo di garanzia per prestiti concessi dagli istituti di  credito  a
imprese italiane o  per  agevolare  gli  apporti  di  capitale  delle
imprese italiane nelle imprese miste. 
  2. Il CICS stabilira': 
    a) la quota del Fondo di rotazione che potra' annualmente  essere
impiegata a tale scopo; 
    b) i criteri per la selezione di  tali  iniziative  che  dovranno
tener conto -  oltre  che  delle  generali  priorita'  geografiche  o
settoriali della cooperazione italiana - anche delle garanzie offerte
dai Paesi destinatari a tutela  degli  investimenti  stranieri.  Tali
criteri mireranno a privilegiare la creazione  di  occupazione  e  di
valore aggiunto locale; 
    c) le condizioni a cui potranno essere concessi i crediti di  cui
trattasi. 
  3. La quota, di cui al  comma  1,  del  Fondo  di  rotazione  viene
trasferita al Mediocredito centrale. Allo  stesso  e'  affidata,  con
apposita convenzione, la valutazione, l'erogazione e la gestione  dei
crediti di cui al presente articolo. 
                                                               ((19)) 
 
--------------- 
AGGIORNAMENTO (19) 
  - La L. 11 agosto 2014, n. 125 ha disposto (con l'art. 31, comma 1,
lettera b)) che "Dal primo giorno del sesto mese successivo alla data
di entrata in vigore del regolamento di cui  all'articolo  17,  comma
13, sono abrogati: [...] 
  b) la legge 26 febbraio 1987, n. 49". 
  - Il regolamento di cui all'art. 31, comma 1, alinea  della  L.  11
agosto 2014, n. 125 e' stato emanato con Decreto 22 luglio  2015,  n.
113, pubblicato in G.U. 30/07/2015, n. 175.