LEGGE 21 maggio 1981, n. 240

Provvidenze a favore dei consorzi e delle societa' consortili tra piccole e medie imprese nonche' delle societa' consortili miste.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 29/01/1986)
Testo in vigore dal: 1-1-1985
aggiornamenti all'articolo
                              Art. 16. 
 
  Alla corresponsione dei contributi di cui agli  articoli  13  e  14
della presente legge si provvede mediante lo stanziamento di  lire  4
miliardi per ciascuno degli esercizi dal 1981 al 1985, a carico dello
stato di previsione della  spesa  del  Ministero  del  commercio  con
l'estero. (1)(2)(3)((4)) 
------------- 
AGGIORNAMENTO (1) 
  Il D.L. 21 ottobre 1982,  n.  769  convertito  senza  modificazioni
dalla L. 3 dicembre 1982, n.902 ha stabilito (con l'art. 2)  che  "lo
stanziamento di lire 4 miliardi previsto per l'esercizio  finanziario
1982 dall'articolo 16 della legge 21 maggio  1981,  n.  240,  recante
provvidenze a favore dei consorzi e  delle  societa'  consortili  tra
piccole e medie imprese nonche' delle societa' consortili  miste,  e'
aumentato di lire 2 miliardi". 
-------------- 
AGGIORNAMENTO (2) 
  La L. 26 aprile 1983, n. 130 ha disposto (con l'art.  8,  comma  4)
che "Per la concessione dei contributi di cui all'articolo  13  della
legge 21 maggio 1981,  n.  240,  recante  provvidenze  a  favore  dei
consorzi e delle societa' consortili  tra  piccole  e  medie  imprese
nonche' delle societa' consortili miste,  l'autorizzazione  di  spesa
per gli anni 1983 e 1984,  di  cui  all'articolo  16  della  medesima
legge, e' elevata, rispettivamente, di lire 4.000 milioni e  di  lire
2.000 milioni da iscrivere nello stato di previsione della spesa  del
Ministero del commercio con l'estero per gli stessi anni finanziari". 
-------------- 
AGGIORNAMENTO (3) 
  La L. 27 dicembre 1983, n. 730 ha disposto (con l'art. 18, comma 9)
che "L'autorizzazione di spesa di cui all'articolo 16 della legge  21
maggio 1981, n. 240,  e'  elevata  per  l'anno  1984  di  lire  4.000
milioni. Per lo stesso anno finanziario  sono  ridotte  di  lire  500
milioni ciascuna le autorizzazioni di spesa di cui agli articoli 11 e
21 della menzionata legge 21 maggio 1981, n. 240". 
-------------- 
AGGIORNAMENTO (4) 
  La L. 22 dicembre 1984, n. 887 ha disposto (con l'art. 9, comma  5)
che " L'autorizzazione di spesa di cui all'articolo 16 della legge 21
maggio 1981, n. 240, e' elevata, per l'anno finanziario 1985, di lire
8.500 milioni, cui si provvede, quanto  a  lire  2.500  milioni,  con
riduzione di lire 1.250 milioni per ciascuno dei capitoli 8022 e 8801
dello stato di previsione del Ministero del tesoro per l'anno 1985".