LEGGE 8 agosto 1977, n. 546

Ricostruzione delle zone della regione Friuli-Venezia Giulia e della regione Veneto colpite dal terremoto nel 1976.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 23/11/2011)
Testo in vigore dal: 6-9-1977
attiva riferimenti normativi
                              Art. 11.

  Per  gli interventi di competenza del Ministero dei lavori pubblici
previsti  dalla  legge 14 marzo 1968, n. 292, e' autorizzata la spesa
di lire 3.000 milioni.
  L'autorizzazione di spesa di cui all'articolo 35, quarto comma, del
decreto-legge  13 maggio 1976, n. 227, convertito, con modificazioni,
nella  legge  29 maggio 1976, n. 336, aumentata con l'articolo 35 del
decreto-legge   18   settembre   1976,   n.   648,   convertito,  con
modificazioni,  nella legge 30 ottobre 1976, n. 730, e' ulteriormente
aumentata di lire 10.000 milioni.
  I  lavori di ricostruzione e di riparazione degli edifici di culto,
dopo  l'approvazione  del progetto esecutivo, possono essere affidati
in concessione all'ordinario diocesano competente per territorio.
  In ogni progetto e' computata, per spese di compilazione, direzione
e  sorveglianza, da corrispondersi all'ordinario diocesano, una somma
corrispondente al 5 per cento dell'ammontare dei lavori eseguiti.
  Il collaudo delle opere e' effettuato a cura dello Stato.