LEGGE 13 luglio 1965, n. 859

Norme di previdenza per il personale di volo dipendente da aziende di navigazione aerea.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 06/10/2004)
Testo in vigore dal: 1-7-1997
aggiornamenti all'articolo
                              Art. 14. 
                 Misura e versamento del contributo 
 
  A decorrere dalla data di entrata in vigore della  presente  legge,
il contributo dovuto al Fondo di previdenza del personale di volo  e'
stabilito nel 15 per cento  degli  elementi  retributivi  di  cui  al
precedente  articolo  13,  validi  ai  fini  della  pensione,  ed  e'
ripartito per i 2/3 a carico dell'azienda e, per 1/3,  a  carico  del
personale. Ove intervengano variazioni in tale aliquota contributiva,
oltre l'aliquota prevista dall'assicurazione  generale  obbligatoria,
la quota eccedente quest'ultima sara' ripartita in ragione di  3/5  a
carico dell'azienda e di 2/5 a carico del personale. (3) (4) 
  La misura della percentuale del contributo stabilita dal precedente
comma per la copertura  degli  oneri  del  Fondo  di  previdenza  del
personale  di  volo  puo'  essere  modificata,  in   relazione   alle
risultanze  ed  al  fabbisogno  della  gestione,  con   decreto   del
Presidente della Repubblica, su proposta del Ministro per il lavoro e
la previdenza sociale di concerto con i Ministri per  i  trasporti  e
l'aviazione civile e per il tesoro, sentito il Comitato di vigilanza,
di cui al precedente articolo 6. 
  Finche' non sara' stabilita la nuova misura  della  percentuale  di
contributo, questo e' versato dalle aziende, salvo conguaglio,  nella
misura dovuta per l'anno precedente. 
  ((COMMA ABROGATO DAL D.LGS. 24 APRILE 1997, N. 164)). ((6)) 
  Le aziende rispondono del pagamento  del  contributo  previsto  dal
presente articolo anche per la parte a carico dei dipendenti. 
  L'obbligo del  versamento  del  contributo  sussiste  anche  se  il
dipendente abbia superato il 50° anno di eta'. 
 
--------------- 
AGGIORNAMENTO (3) 
  Il D.P.R. 18 luglio 1987 (in G.U. 26/10/1987, n. 250)  ha  disposto
(con l'art. 1, comma 1) che "A decorrere dal primo  giorno  del  mese
successivo  a  quello  di  pubblicazione  del  presente  decreto,  il
contributo di cui al primo comma dell'art. 14 della legge  13  luglio
1965, n. 859, come modificato dall'art. 1 della legge 30 luglio 1973,
n. 484, dovuto al Fondo  di  previdenza  per  il  personale  di  volo
dipendente da aziende di navigazione aerea, e' stabilito nella misura
del 18,50 per cento delle retribuzioni imponibili". 
  Ha inoltre disposto (con l'art. 2, comma 1) che "A decorrere  dalla
data indicata nel precedente art. 1, e per la durata di un  triennio,
il contributo di cui al precedente art. 1 e'  maggiorato  del  2  per
cento delle retribuzioni imponibili". 
-------------- 
AGGIORNAMENTO (4) 
  La L. 31 ottobre 1988, n. 480 ha disposto (con l'art. 5,  comma  1)
che "A decorrere dal primo giorno del mese successivo  alla  data  di
entrata in vigore della presente legge, il contributo dovuto al Fondo
di previdenza del personale di volo di  cui  all'articolo  14,  primo
comma,  della  legge  13  luglio  1965,  n.  859,   come   modificato
dall'articolo 1 della legge 30 luglio 1973, n.  484,  e'  elevato  al
34,50  per  cento  degli  emolumenti   retributivi   assoggettati   a
contribuzione ed assorbe le maggiorazioni dell'aliquota  contributiva
disposte sino alla data di entrata in vigore della presente legge, in
applicazione dell'articolo 15 della legge 30 luglio 1973, n. 484". 
-------------- 
AGGIORNAMENTO (6) 
  Il D.Lgs. 24 aprile 1997, n. 164 ha disposto (con l'art.  1,  comma
9) che "A decorrere dal  trimestre  solare  successivo  a  quello  di
entrata in vigore del presente decreto il contributo dovuto al  Fondo
deve  essere  versato  con  le  modalita',  nei  termini  e  con   la
periodicita' vigenti nel Fondo pensioni lavoratori dipendenti".