LEGGE 12 giugno 1962, n. 567

Norme in materia di affitto di fondi rustici.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 05/05/1982)
Testo in vigore dal: 11-1-1974
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 2. 
 
  ((La commissione tecnica provinciale, di cui all'articolo  2  della
legge 18 agosto 1948, n. 1140, e' composta: 
    dal  capo  dell'ispettorato  agrario  provinciale  o  da  un  suo
rappresentante; 
    da tre rappresentanti dei proprietari che affittano fondi rustici
    ad affittuari coltivatori diretti; da un rappresentante di 
proprietari che affittano fondi rustici 
    ad affittuari conduttori; 
    da quattro rappresentanti di affittuari coltivatori diretti; 
    da un rappresentante di affittuari conduttori; 
    da due esperti in materia  agraria,  iscritti  negli  albi  degli
agronomi o dei periti agrari, designati uno dalle organizzazioni  dei
proprietari dei  fondi  rustici  e  uno  dalle  organizzazioni  degli
affittuari.((4)) 
  I componenti la commissione  sono  nominati  dal  presidente  della
giunta  regionale,  su  designazione,  per  i  rappresentanti   delle
categorie  dei  proprietari  e  degli  affittuari  da   parte   delle
rispettive organizzazioni sindacali a  base  nazionale,  maggiormente
rappresentative, tramite le loro organizzazioni provinciali. 
  Alle riunioni della commissione  partecipa  di  diritto,  con  voto
consultivo, l'ingegnere capo dell'ufficio tecnico erariale o  un  suo
rappresentante. 
  La commissione e'  presieduta  dal  capo  dell'ispettorato  agrario
provinciale o in sua assenza da un suo delegato. 
  Le designazioni da parte delle organizzazioni debbono pervenire  al
presidente della giunta regionale entro 30 giorni dalla richiesta. 
  Il presidente della giunta regionale deve costituire le commissioni
tecniche provinciali entro tre mesi dalla data di entrata  in  vigore
della presente legge ed entro i tre mesi successivi alla scadenza  di
ogni quadriennio. 
  In caso di mancata designazione da parte di  talune  organizzazioni
di  categoria,  la  commissione  e'   nominata   sulla   base   delle
designazioni pervenute. 
  In caso di  ritardo  o  di  mancata  costituzione  di  una  o  piu'
commissioni provvede il Ministro per l'agricoltura e le  foreste  con
proprio motivato provvedimento. 
  Le deliberazioni sono valide quando siano adottate con l'intervento
della meta' piu' uno dei componenti ed  a  maggioranza  assoluta  dei
presenti)). 
--------------- 
AGGIORNAMENTO (4) 
  Successivamente la Corte  costituzionale  con  sentenza  del  19-22
dicembre 1977 n. 153 (in G.U. 1a s.s. 28 dicembre 1977, n.  353),  ha
dichiarato la illegittimita' costituzionale dell'art. 2, primo comma,
della legge 10 dicembre 1973, n. 814, (che ha modificato il  presente
articolo) nella parte relativa alla  composizione  delle  commissioni
tecniche provinciali.