DECRETO LEGISLATIVO 30 maggio 2008, n. 115

Attuazione della direttiva 2006/32/CE relativa all'efficienza degli usi finali dell'energia e i servizi energetici e abrogazione della direttiva 93/76/CEE.

note: Entrata in vigore del provvedimento: 4/7/2008 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 14/07/2020)
  • Allegati
Testo in vigore dal: 6-5-2010
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 4.
  Funzioni di ((Unita' per l'efficienza energetica)) nazionale per
                       l'efficienza energetica
  1.  L'ENEA  svolge  le  funzioni  di  cui  all'articolo 2, comma 1,
lettera  cc), tramite una struttura, di seguito denominata: "((Unita'
per  l'efficienza  energetica))",  senza  nuovi o maggiori oneri, ne'
minori  entrate  a  carico della finanza pubblica e nell'ambito delle
risorse  umane,  strumentali e finanziarie disponibili a legislazione
vigente.
  2.  L'((Unita'  per  l'efficienza  energetica)),  opera  secondo un
proprio  piano di attivita', approvato congiuntamente a quelli di cui
all'articolo  16  del  decreto  legislativo 3 settembre 2003, n. 257.
L'ENEA  provvede alla redazione di tale piano di attivita' sulla base
di   specifiche   direttive,  emanate  dal  Ministro  dello  sviluppo
economico, ((di concerto con il Ministro dell'ambiente e della tutela
del  territorio  e  del mare)), d'intesa con la Conferenza permanente
per  i  rapporti  tra  lo Stato, le regioni e le province autonome di
Trento  e di Bolzano, finalizzate a dare attuazione a quanto disposto
dal presente decreto oltreche' ad ulteriori obiettivi e provvedimenti
attinenti l'efficienza energetica.
  3.  Entro  centottanta  giorni  dalla data di entrata in vigore del
presente  decreto, con decreto del Ministro dello sviluppo economico,
((,  di  concerto  con  il  Ministro dell'ambiente e della tutela del
territorio e del mare,)) su proposta del Consiglio di amministrazione
dell'ENEA  e previo parere per i profili di rispettiva competenza del
Ministro  per  la  pubblica  amministrazione  e  l'innovazione  e del
Ministro  dell'economia  e delle finanze, sono stabilite le modalita'
con cui si procede alla riorganizzazione delle strutture, utilizzando
il  solo  personale  in  servizio  alla data di entrata in vigore del
presente decreto, al fine di consentire l'effettivita' delle funzioni
dell'((Unita' per l'efficienza energetica)).
  4.  L'((Unita'  per  l'efficienza  energetica))  svolge le seguenti
funzioni:
    a) supporta il Ministero dello sviluppo economico e le regioni ai
fini  del controllo generale e della supervisione dell'attuazione del
quadro istituito ai sensi del presente decreto;
    b)   provvede  alla  verifica  e  al  monitoraggio  dei  progetti
realizzati  e  delle  misure  adottate, raccogliendo e coordinando le
informazioni  necessarie  ai  fini  delle specifiche attivita' di cui
all'articolo 5;
    c)  predispone,  in conformita' a quanto previsto dalla direttiva
2006/32/CE,  proposte  tecniche  per la definizione dei metodi per la
misurazione  e  la  verifica  del  risparmio energetico ai fini della
verifica  del  conseguimento degli obiettivi indicativi nazionali, da
approvarsi  secondo quanto previsto dall'articolo 3, comma 2. In tale
ambito,  definisce  altresi'  metodologie specifiche per l'attuazione
del  meccanismo dei certificati bianchi, ((approvate con le modalita'
di  cui  all'articolo  3,  comma  2,))  con particolare riguardo allo
sviluppo    di    procedure    standardizzate   che   consentano   la
quantificazione   dei  risparmi  senza  fare  ricorso  a  misurazioni
dirette;
    d) svolge supporto tecnico-scientifico e consulenza per lo Stato,
le  regioni  e  gli  enti  locali anche ai fini della predisposizione
degli  strumenti attuativi necessari al conseguimento degli obiettivi
indicativi  nazionali  di  risparmio  energetico  di  cui al presente
decreto;
    e)  assicura,  anche  in  coerenza  con i programmi di intervento
delle   regioni,  l'informazione  a  cittadini,  alle  imprese,  alla
pubblica  amministrazione e agli operatori economici, sugli strumenti
per  il  risparmio  energetico,  nonche'  sui meccanismi e sul quadro
finanziario e giuridico predisposto per la diffusione e la promozione
dell'efficienza  energetica, provvedendo inoltre a fornire sistemi di
diagnosi  energetiche  in conformita' a quanto previsto dall'articolo
18.