DECRETO LEGISLATIVO 1 agosto 2003, n. 259

Codice delle comunicazioni elettroniche.

note: Entrata in vigore del decreto: 16-9-2003 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 14/09/2020)
  • Allegati
Testo in vigore dal: 1-6-2012
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                               Art. 90 
                 Pubblica utilita' - Espropriazione 

 
    1. Gli impianti di  reti  di  comunicazione  elettronica  ad  uso
pubblico, ovvero  esercitati  dallo  Stato,  e  le  opere  accessorie
occorrenti per la funzionalita' di detti impianti hanno carattere  di
pubblica utilita', ai sensi degli articoli 12 e seguenti del  decreto
del Presidente della Repubblica 8 giugno 2001, n. 327. 
    2. Gli impianti di reti di comunicazioni elettronica e  le  opere
accessorie di uso esclusivamente privato possono essere dichiarati di
pubblica  utilita'  con  decreto  del   ((Ministro   dello   sviluppo
economico)), ove concorrano motivi di pubblico interesse. 
    3. Per l'acquisizione patrimoniale dei  beni  immobili  necessari
alla realizzazione degli impianti e delle opere di cui ai commi  1  e
2, puo' esperirsi la procedura di esproprio prevista dal decreto  del
Presidente della Repubblica 8 giugno 2001,  n.  327.  Tale  procedura
puo' essere esperita dopo che siano andati falliti, o non  sia  stato
possibile effettuare, i  tentativi  di  bonario  componimento  con  i
proprietari dei fondi sul prezzo di vendita offerto, da valutarsi  da
parte degli uffici tecnici erariali competenti.