DECRETO LEGISLATIVO 30 aprile 1998, n. 173

Disposizioni in materia di contenimento dei costi di produzione e per il rafforzamento strutturale delle imprese agricole, a norma dell'articolo 55, commi 14 e 15, della legge 27 dicembre 1997, n. 449.

note: Entrata in vigore del decreto: 20-6-1998 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 06/05/2015)
Testo in vigore dal: 20-6-1998
attiva riferimenti normativi
                              Art. 14.
        Snellimento procedure di accesso ai fondi strutturali
  1.  Al  fine  di accelerare le procedure connesse all'utilizzazione
dei  fondi strutturali comunitari nel settore agricolo e della pesca,
il  Ministero  per  le  politiche  agricole, le regioni e le province
autonome  di  Trento e di Bolzano, adottano, ciascuno per i programmi
di   propria   competenza,   procedure  di  utilizzazione  dei  fondi
strutturali   che  prevedono  la  formazione  delle  graduatorie  dei
soggetti   beneficiari,  analoghe  alle  procedure  adottate  per  la
concessione delle agevolazioni previste dalla legge 19 dicembre 1992,
n. 488, con l'osservanza dei seguenti criteri e principi:
  a)  analisi  e  valutazione  automatica  della accoglibilita' delle
iniziative,  attraverso  l'utilizzazione  di indicatori appositamente
individuati;
  b)   uniformita'   delle   procedure  di  selezione,  controllo  ed
erogazione  delle agevolazioni previste, al fine di evitare qualsiasi
duplicazione;
  c)  garanzia  della  trasparenza  e  del  rispetto dei parametri di
scelta stabiliti da ciascun programma di intervento.
  2.  Entro  un  anno dall'entrata in vigore del presente decreto, su
proposta  del  Ministro  per  le politiche agricole, di intesa con la
Conferenza  permanente  per  i rapporti tra lo Stato, le regioni e le
province   autonome  di  Trento  e  di  Bolzano,  il  CIPE  definisce
modalita',  settori  di  intervento,  soggetti interessati e tempi di
attuazione  degli  adempimenti procedurali introdotti con il comma 1,
nonche'  criteri  e  modalita'  per  l'erogazione di anticipazioni su
contributi   concessi   per   la  realizzazione  di  investimenti  in
agricoltura.
  3.  Con  uno  o  piu'  regolamenti,  sulla base dei principi di cui
all'articolo 1 della legge 15 maggio 1997, n. 127, e dell'articolo 18
della   legge   7  agosto  1990,  n.  241,  da  adottarsi,  ai  sensi
dell'articolo   17   della  legge  23  agosto  1988,  n.  400,  entro
centottanta  giorni  dalla  data  di  entrata  in vigore del presente
decreto  legislativo,  sono  semplificate  e armonizzate le procedure
dichiarative,  le  modalita' di controllo, gli adempimenti, derivanti
dall'attuazione  della  normativa  comunitaria  e  nazionale  per  la
gestione  dei diversi settori produttivi di intervento. Dalla data di
entrata  in  vigore  dei  regolamenti,  sono abrogate le disposizioni
relative  alle procedure dichiarative, gli adempimenti e le modalita'
di  controllo,  contenute  nei  seguenti  provvedimenti  legislativi:
decreto del Presidente della Repubblica del 12 febbraio 1965, n. 162,
decreto-legge  18 giugno 1986, n. 282, convertito, con modificazioni,
dalla legge 7 agosto 1986, n. 462; decreto-legge 7 settembre 1987, n.
370,  convertito,  con modificazioni, dalla legge 4 novembre 1987, n.
460;  legge  10 febbraio 1992, n. 164; legge 17 febbraio 1982, n. 41;
legge  17  febbraio 1992, n. 165. Ai fini della semplificazione, sono
istituite,   avvalendosi   del  SIAN  (Sistema  Informativo  Agricolo
Nazionale)  istituito  con  legge 4 giugno 1984, n. 194, ed integrato
con  i  sistemi  informativi  regionali,  la  carta dell'agricoltore,
documento  cartaceo  ed  elettronico di identificazione delle imprese
agricole,  e  l'anagrafe  delle aziende agricole, intese quali unita'
tecnicoeconomiche.
  4.  Con  i  regolamenti  di  cui  al  comma 3, sono disciplinate le
modalita'   di   avvalimento  delle  capitanerie  di  porto  ai  fini
dell'effettuazione   delle   visite   di  verifica  delle  iniziative
finanziate  sui  fondi strutturali e sul Piano triennale della pesca.
Per  le  medesime  finalita',  il Ministero per le politiche agricole
puo' avvalersi anche del Comando carabinieri tutela norme comunitarie
e  agroalimentari,  che  per  tale  attivita'  puo' compiere accessi,
verifiche ed ispezioni presso le imprese.
           Note all'art. 14:
            - La  legge 19 dicembre 1992,  n. 488, di conversione  in
          legge  del  decreto-legge  22 ottobre 1992, n. 415, recante
          modifiche alla legge 1 marzo   1986, n.   64 in    tema  di
          disciplina  organica    dell'intervento straordinario   nel
          Mezzogiorno  e  norme  per  l'agevolazione  delle attivita'
          produttive,  e' pubblicata nella Gazzetta  Ufficiale n. 299
          del 21 dicembre 1992.
            - Il  testo dell'art. 1  della legge 15 maggio  1997,  n.
          127  e' il seguente:
            "Art.  1.  - 1. Entro  dodici mesi dalla  data di entrata
          in vigore  della    presente  legge,    con  uno    o  piu'
          regolamenti da  adottarsi ai sensi dell'art.  17, comma  2,
          della  legge 23  agosto 1988,  n. 400, previo parere  delle
          competenti  Commissioni  parlamentari,    il Governo adotta
          misure   per   la   semplificazione   delle   norme   sulla
          documentazione  amministrativa. Le Commissioni si esprimono
          entro trenta giorni dalla data  di trasmissione.    Decorso
          tale    termine il   decreto e'   emanato anche in mancanza
          del parere ed entra in vigore  novanta giorni dopo  la  sua
          pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale.
            2.   Dalla   data   di  entrata  in  vigore  delle  norme
          regolamentari di cui  al  comma    1,  sono  abrogate    le
          disposizioni   vigenti,   anche      di   legge,  con  esse
          incompatibili.
            3.  Il regolamento  si conforma,  oltre che  ai  principi
          contenuti  nell'art.  18 della legge 7 agosto 1990, n. 241,
          ai seguenti criteri e principi direttivi:
            a) eliminazione o riduzione    dei  certificati  o  delle
          certificazioni   richieste    ai    soggetti    interessati
          all'adozione     di      provvedimenti   amministrativi   o
          all'acquisizione  di  vantaggi, benefici  economici o altre
          utilita'  erogati  da  soggetti    pubblici  o  gestori   o
          esercenti di pubblici servizi;
            b) ampliamento delle categorie  di stati, fatti, qualita'
          personali   comprovabili      dagli     interessati     con
          dichiarazioni  sostitutive  di certificazioni;
            c)  modificazione     delle  disposizioni   normative   e
          regolamentari   sui   procedimenti      amministrativi   in
          attuazione dei  criteri di  cui alle lettere a)  e  b),  al
          fine      di  evitare  che  le  misure  di  semplificazione
          comportino  oneri   o   ritardi   nell'adozione   dell'atto
          amministrativo;
            d) indicazione esplicita delle norme abrogate".
            -  Il testo   dell'art. 18 della legge  7 agosto 1990, n.
          241, e' il seguente:
            "Art. 18. - 1. Entro sei mesi dalla data  di  entrata  in
          vigore   della   presente     legge  le     amministrazioni
          interessate   adottano le   misure organizzative  idonee  a
          garantire  l'applicazione  delle disposizioni in materia di
          autocertificazione e di  presentazione di atti e  documenti
          da  parte  di  cittadini e pubbliche amministrazioni di cui
          alla  legge  4  gennaio   1968,   n.   15,   e   successive
          modificazioni  e  integrazioni. Delle misure   adottate  le
          amministrazioni   danno  comunicazione    alla  Commissione
          di cui all'art. 27.
            2.  Qualora  l'interessato    dichiari che fatti, dati  e
          qualita' sono attestati  in  documenti  gia'  in   possesso
          della    stessa   pubblica amministrazione procedente  o di
          altra  pubblica    amministrazione,  il  responsabile   del
          procedimento   provvede   d'ufficio   all'acquisizione  dei
          documenti stessi o di copia di essi.
            3.   Parimenti      sono    accertati    d'ufficio    dal
          responsabile  del procedimento  i   fatti,  i  dati   e  le
          qualita'    che    la   stessa amministrazione procedente o
          altra pubblica amministrazione e' tenuta a certificare".
            -  Il  D.P.R. 12   febbraio   1965,   n.   162,   recante
          norme  per  la repressione delle frodi nella preparazione e
          nel  commercio  dei mosti, vini e  aceti e' pubblicato  nel
          supplemento ordinario  alla Gazzetta Ufficiale del 23 marzo
          1965, n. 73.
            - Il  D.L. 18 giugno   1986, n.  282,  convertito,    con
          modificazioni,  nella legge 7 agosto 1986, n.  462, recante
          misure urgenti in materia di   prevenzione e    repressione
          delle    sofisticazioni  alimentari,    e' pubblicato nella
          Gazzetta Ufficiale n. 192 del 20 agosto 1986.
            - Il D.L. 7 settembre   1987,  n.  370,  convertito,  con
          modificazioni,  nella legge 4 novembre 1987, n. 46, recante
          nuove norme in materia di produzione e  commercializzazione
          dei  prodotti     vitivinicoli,  nonche'  sanzioni      per
          l'inosservanza    di   regolamenti   comunitari in  materia
          agricola,  e'  pubblicato nella   Gazzetta   Ufficiale   n.
          211  del  10 settembre 1987.
            -  La  legge 10 febbraio 1992,  n. 164, recante la  nuova
          disciplina delle denominazioni  di  origine  dei  vini,  e'
          pubblicata in supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale
          n. 47 del 26 febbraio 1992.
            -    La legge   17   febbraio 1982,   n.  41, recante  il
          Piano per  la razionalizzazione e lo sviluppo  della  pesca
          marittima, e' pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 53 del
          24 febbraio 1982.
            -   La   legge   10   febbraio   1992,  n.  165,  recante
          modifiche  ed integrazioni  alla  legge 17  febbraio  1981,
          n.  41 (Piano   per   la razionalizzazione  e  lo  sviluppo
          della   pesca  marittima),  e'  pubblicata  nella  Gazzetta
          Ufficiale n. 48 del 27 febbraio 1992.
            -  La   legge 4 giugno  1984, n.  194, recante interventi
          a sostegno dell'agricoltura, e' pubblicata  nella  Gazzetta
          Ufficiale n. 153 del 5 giugno 1984.