DECRETO LEGISLATIVO 30 dicembre 1992, n. 504

Riordino della finanza degli enti territoriali, a norma dell'articolo 4 della legge 23 ottobre 1992, n. 421.

note: Entrata in vigore del decreto: 1-1-1993 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 30/12/2019)
vigente al 24/10/2021
Testo in vigore dal: 1-3-2009
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                               Art. 2 
                  Definizione di fabbricati e aree 
 
  1. Ai fini dell'imposta di cui all'articolo 1: 
    a) per fabbricato si intende l'unita' immobiliare iscritta o  che
deve essere iscritta  nel  catasto  edilizio  urbano,  considerandosi
parte integrante del fabbricato l'area occupata dalla  costruzione  e
quella  che  ne  costituisce  pertinenza;  il  fabbricato  di   nuova
costruzione  e'  soggetto  all'imposta  a  partire  dalla   data   di
ultimazione dei lavori di costruzione ovvero, se  antecedente,  dalla
data in cui e' comunque utilizzato; (53) ((63)) 
    b) per area fabbricabile si intende l'area utilizzabile  a  scopo
edificatorio in base agli strumenti urbanistici generali o  attuativi
ovvero in base alle possibilita' effettive di  edificazione  determi-
nate secondo i  criteri  previsti  agli  effetti  dell'indennita'  di
espropriazione per pubblica utilita'. Sono considerati, tuttavia, non
fabbricabili i terreni posseduti e condotti dai soggetti indicati nel
comma  1  dell'articolo  9,  sui   quali   persiste   l'utilizzazione
agro-silvo-pastorale mediante l'esercizio di attivita'  dirette  alla
coltivazione del fondo,  alla  silvicoltura,  alla  funghicoltura  ed
all'allevamento di animali. Il comune, su richiesta del contribuente,
attesta se un'area sita nel proprio  territorio  e'  fabbricabile  in
base ai criteri stabiliti dalla presente lettera; 
    c)  per  terreno  agricolo  si   intende   il   terreno   adibito
all'esercizio delle attivita' indicate nell'articolo 2135 del  codice
civile. 
--------------- 
AGGIORNAMENTO (53) 
  Il D.L. 30 settembre 2005,  n.  203  convertito  con  modificazioni
dalla  L.  2  dicembre  2005,  n.  248  ha   disposto   (con   l'art.
11-quaterdecies, comma 16) che "Ai fini dell'applicazione del decreto
legislativo 30  dicembre  1992,  n.  504,  la  disposizione  prevista
dall'articolo 2,  comma  1,  lettera  b),  dello  stesso  decreto  si
interpreta  nel  senso  che  un'area  e'  da   considerare   comunque
fabbricabile se e' utilizzabile a scopo  edificatorio  in  base  allo
strumento urbanistico generale,  indipendentemente  dall'adozione  di
strumenti attuativi del medesimo." 
--------------- 
AGGIORNAMENTO (63) 
  Il D.L. 30 dicembre 2008,  n.  207,  convertito  con  modificazioni
dalla L. 27/2/2009, n. 14, ha disposto (con l'art. 23,  comma  1-bis)
che "Ai sensi e per gli effetti dell'articolo 1, comma 2, della legge
27 luglio 2000, n. 212,  l'articolo  2,  comma  1,  lettera  a),  del
decreto legislativo 30 dicembre 1992, n.  504,  deve  intendersi  nel
senso che non si considerano fabbricati le unita' immobiliari,  anche
iscritte o iscrivibili nel catasto fabbricati, per le quali ricorrono
i requisiti di ruralita' di cui all'articolo 9 del  decreto-legge  30
dicembre 1993, n. 557, convertito, con modificazioni, dalla legge  26
febbraio 1994, n. 133, e successive modificazioni."