DECRETO-LEGGE 17 marzo 2020, n. 18

Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19. (20G00034)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 17/03/2020
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 24 aprile 2020, n. 27 (in S.O. n. 16, relativo alla G.U. 29/04/2020, n. 110).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 21/10/2021)
  • Allegati
Testo in vigore dal: 8-10-2020
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
 
                               Art. 39 
 
              (Disposizioni in materia di lavoro agile) 
 
  1. Fino alla cessazione dello stato di emergenza epidemiologica  da
COVlD-19, i lavoratori dipendenti disabili nelle  condizioni  di  cui
all'articolo 3, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n.  104  o  che
abbiano nel proprio nucleo  familiare  una  persona  con  disabilita'
nelle condizioni di cui  all'articolo  3,  comma  3,  della  legge  5
febbraio 1992, n. 104, hanno diritto a  svolgere  la  prestazione  di
lavoro in modalita' agile ai sensi dagli articoli da 18  a  23  della
legge 22 maggio 2017, n. 81, a  condizione  che  tale  modalita'  sia
compatibile con le caratteristiche della prestazione. (17) 
  2. Ai lavoratori del settore privato affetti da gravi e  comprovate
patologie  con  ridotta  capacita'  lavorativa  e'  riconosciuta   la
priorita'  nell'accoglimento  delle  istanze  di  svolgimento   delle
prestazioni lavorative in modalita' agile ai sensi degli articoli  da
18 a 23 della legge 22 maggio 2017, n. 81. 
  2-bis. Le disposizioni di cui ai commi 1 e 2 si applicano anche  ai
lavoratori  immunodepressi  e  ai  familiari  conviventi  di  persone
immunodepresse. 
                                                               ((21)) 
 
--------------- 
AGGIORNAMENTO (17) 
  Il D.L. 30 luglio 2020, n. 83 ha disposto (con l'art. 1,  comma  3)
che il  termine  previsto  dal  comma  1  del  presente  articolo  e'
prorogato al 15 ottobre 2020. 
--------------- 
AGGIORNAMENTO (21) 
  Il D.L. 30 luglio 2020, n. 83, convertito con  modificazioni  dalla
L. 25 settembre 2020, n. 124, come  modificato  dal  D.L.  7  ottobre
2020, n. 125, ha disposto (con l'art. 1,  comma  3)  che  il  termine
previsto dal presente articolo e' prorogato al 31 dicembre 2020.