DECRETO-LEGGE 13 agosto 2011, n. 138

Ulteriori misure urgenti per la stabilizzazione finanziaria e per lo sviluppo. (11G0185)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 13/08/2011.
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 14 settembre 2011, n. 148 (in G.U. 16/09/2011, n. 216).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 24/12/2019)
Testo in vigore dal: 17-9-2011
attiva riferimenti normativi
                              Art. 01. 
            (( (Revisione integrale della spesa pubblica) 
 
  1.  Dato  l'obiettivo  di  razionalizzazione  della  spesa   e   di
superamento  del  criterio   della   spesa   storica,   il   Ministro
dell'economia e delle finanze, d'intesa con i  Ministri  interessati,
presenta al Parlamento entro il 30 novembre 2011 un programma per  la
riorganizzazione  della  spesa  pubblica.  Il  programma  prevede  in
particolare, in coerenza con  la  legge  4  marzo  2009,  n.  15,  le
linee-guida per l'integrazione operativa delle  agenzie  fiscali,  la
razionalizzazione    di    tutte     le     strutture     periferiche
dell'amministrazione dello Stato e la loro tendenziale concentrazione
in un ufficio unitario a livello provinciale, il coordinamento  delle
attivita' delle forze dell'ordine, ai sensi  della  legge  1º  aprile
1981, n. 121, l'accorpamento degli enti della previdenza pubblica, la
razionalizzazione  dell'organizzazione  giudiziaria  civile,  penale,
amministrativa, militare e tributaria  a  rete,  la  riorganizzazione
della  rete  consolare  e  diplomatica.   Il   programma,   comunque,
individua, anche attraverso la sistematica comparazione  di  costi  e
risultati a livello nazionale ed europeo, eventuali criticita'  nella
produzione ed erogazione dei  servizi  pubblici,  anche  al  fine  di
evitare  possibili  duplicazioni  di  strutture  ed  implementare  le
possibili strategie di miglioramento dei risultati ottenibili con  le
risorse stanziate. 
  2.  Nell'ambito  della  risoluzione  parlamentare  approvativa  del
Documento di economia  e  finanza  2012  o  della  relativa  Nota  di
aggiornamento, sono  indicati  i  disegni  di  legge  collegati  alla
manovra finanziaria per il triennio 2013-2015, mediante  i  quali  il
Governo viene delegato ad attuare le riorganizzazioni di cui al comma
1. 
  3. Entro venti giorni dalla data di entrata in vigore  della  legge
di conversione del presente  decreto,  il  Ministro  dell'economia  e
delle finanze provvede a definire le modalita' della  predisposizione
del programma di cui al comma 1 e della relativa attuazione. 
  4. Ai fini dell'esercizio  delle  attivita'  di  cui  al  comma  1,
nonche' per garantire l'uso efficiente delle  risorse,  il  Ministero
dell'economia  e  delle  finanze  -  Dipartimento  della   Ragioneria
generale dello Stato,  a  partire  dall'anno  2012,  d'intesa  con  i
Ministeri interessati, da' inizio ad un ciclo  di  «spending  review»
mirata alla definizione dei costi standard  dei  programmi  di  spesa
delle amministrazioni centrali dello Stato. In  particolare,  per  le
amministrazioni periferiche  dello  Stato  sono  proposte  specifiche
metodologie per quantificare i relativi costi, anche  ai  fini  della
allocazione  delle  risorse  nell'ambito   della   loro   complessiva
dotazione)).