DECRETO-LEGGE 28 dicembre 2006, n. 300

Proroga di termini previsti da disposizioni legislative ((e disposizioni diverse)).

note: Entrata in vigore del decreto: 28-12-2006.
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 26 febbraio 2007, n. 17 (in SO n.48, relativo alla G.U. 26/02/2007, n.47).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 25/07/2018)
Testo in vigore dal: 1-1-2013
aggiornamenti all'articolo
                             Art. 6-bis 
(Proroga di termini per  adempimenti  amministrativi  concernenti  le
province   di   Monza   e   della   Brianza,   di    Fermo    e    di
                       Barletta-Andria-Trani) 
 
  1. All'articolo 2, comma 2, della legge 11 giugno 2004, n. 146,  le
parole: "non prima del termine di tre  anni"  sono  sostituite  dalle
seguenti: "non prima del termine di trentaquattro mesi". 
  2. All'articolo 3, comma 2, della legge 11 giugno 2004, n. 147,  le
parole: "non prima del termine di tre  anni"  sono  sostituite  dalle
seguenti: "non prima del termine di trentaquattro mesi". 
  3. All'articolo 2, comma 2, della legge 11 giugno 2004, n. 148,  le
parole: "non prima del termine di tre  anni"  sono  sostituite  dalle
seguenti: "non prima del termine di trentaquattro mesi". 
  4. In applicazione delle disposizioni di cui ai commi 1, 2 e 3,  le
risorse finanziarie  rese  disponibili  dalle  leggi  richiamate  nei
medesimi commi per l'istituzione degli uffici periferici dello  Stato
ed assegnate alle contabilita' speciali istituite presso i commissari
sono mantenute fino al 31 dicembre 2009 sulle contabilita' stesse. Ai
medesimi fini, le disponibilita' finanziarie  recate  dalle  predette
leggi esistenti nella pertinente unita' previsionale  di  base  dello
stato  di  previsione  del  Ministero  dell'interno   alla   chiusura
dell'esercizio finanziario 2006 sono conservate nel conto dei residui
per essere utilizzate nell'esercizio successivo. (8) (10) ((12)) 
------------- 
AGGIORNAMENTO (8) 
  Il D.L. 30 dicembre 2009,  n.  194,  convertito  con  modificazioni
dalla L. 26 febbraio 2010, n. 25, ha disposto (con l'art. 3, comma 5)
che "E' prorogato sino al completamento degli interventi  e  comunque
sino al 31 dicembre 2011 il termine,  fissato  al  31  dicembre  2009
dall'articolo 6-bis del  decreto-legge  28  dicembre  2006,  n.  300,
convertito, con modificazioni, dalla legge 26 febbraio 2007,  n.  17,
per il mantenimento delle risorse finanziarie rese disponibili  dalle
leggi 11 giugno 2004, nn. 146, 147 e  148,  per  l'istituzione  degli
uffici  periferici  dello  Stato  ed  assegnate   alle   contabilita'
speciali, intestate ai commissari delle province  di  Monza  e  della
Brianza, di Fermo e di Barletta-Andria-Trani e trasferite ai prefetti
incaricati di  completare  gli  interventi  relativi  all'istituzione
degli uffici periferici dello Stato nelle stesse province". 
------------- 
AGGIORNAMENTO (10) 
  Il D.L. 30 dicembre 2009,  n.  194,  convertito  con  modificazioni
dalla L. 26 febbraio 2010, n. 25 come modificato dal D.L. 29 dicembre
2011, n. 216, convertito con modificazioni dalla L. 24 febbraio 2012,
n. 14, ha disposto (con l'art. 3, comma 5) che "E' prorogato sino  al
completamento degli interventi e comunque fino al 31 dicembre 2012 il
termine,  fissato  al  31  dicembre  2009  dall'articolo  6-bis   del
decreto-legge   28   dicembre   2006,   n.   300,   convertito,   con
modificazioni,  dalla  legge  26  febbraio  2007,  n.  17,   per   il
mantenimento delle risorse finanziarie rese disponibili  dalle  leggi
11 giugno 2004, nn. 146, 147 e 148, per  l'istituzione  degli  uffici
periferici dello  Stato  ed  assegnate  alle  contabilita'  speciali,
intestate ai commissari delle province di Monza e della  Brianza,  di
Fermo e di Barletta-Andria-Trani e trasferite ai prefetti  incaricati
di completare gli interventi relativi  all'istituzione  degli  uffici
periferici dello Stato nelle stesse province. " 
------------- 
AGGIORNAMENTO (12) 
  La L. 24 dicembre 2012, n. 228 nel modificare l'art. 3, comma 5 del
D.L. 30 dicembre 2009, n. 194 , convertito, con  modificazioni  dalla
L. 26 febbraio 2010, n. 25 ha conseguentemente disposto  (con  l'art.
1, comma 388) che e' prorogato al 30 giugno 20013 il termine previsto
dal presente articolo.