DECRETO-LEGGE 13 settembre 2004, n. 240

Misure per favorire l'accesso alla locazione da parte di conduttori in condizioni di disagio abitativo conseguente a provvedimenti esecutivi di rilascio, nonche' integrazioni alla legge 9 dicembre 1998, n. 431.

note: Entrata in vigore del provvedimento: 14-9-2004.
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 12 novembre 2004, n. 269 (in G.U. 12/11/2004, n.266).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 12/11/2004)
Testo in vigore dal: 13-11-2004
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 5.
                    (( (Copertura finanziaria).))

  ((1. Agli oneri recati dall'articolo 2, comma 9, e dall'articolo 3,
commi 1, 2 e 3, valutati complessivamente in migliaia di euro 105.040
per   l'anno   2004,   nonche'  alle  minori  entrate  relative  alle
agevolazioni  fiscali  di cui ai commi 4 e 5 del predetto articolo 3,
valutate in 1.500 migliaia di euro per l'anno 2004, in 7.300 migliaia
di euro per l'anno 2005, in 17.725 migliaia di euro per l'anno 2006 e
in 10.895 migliaia di euro per l'anno 2007, si provvede:
    a)  per l'anno 2004, per l'importo di 106.540 migliaia di euro, a
valere  sull'autorizzazione di spesa di cui all'articolo 1-bis, comma
3,  del  decreto-legge  12  luglio  2004,  n.  168,  convertito,  con
modificazioni, dalla legge 30 luglio 2004, n. 191;
    b)  per  gli  anni  2005  e  successivi,  mediante corrispondente
riduzione dello stanziamento iscritto, ai fini del bilancio triennale
2004-2006,  nell'ambito  dell'unita'  previsionale  di  base di parte
corrente  "Fondo  speciale"  dello  stato di previsione del Ministero
dell'economia   e   delle   finanze   per  l'anno  2004,  allo  scopo
parzialmente  utilizzando, quanto a 7.300 migliaia di euro per l'anno
2005,  11.081  migliaia  di euro per l'anno 2006 e 10.081 migliaia di
euro  per  l'anno 2007, le proiezioni dell'accantonamento relativo al
Ministero  delle  infrastrutture  e  dei trasporti, e, quanto a 6.644
migliaia  di  euro  per l'anno 2006 e 814 migliaia di euro per l'anno
2007,  la  proiezione dell'accantonamento relativo al Ministero degli
affari esteri.
  2.  Gli  stanziamenti  iscritti  in  bilancio per l'esercizio 2004,
relativamente  ai  fondi destinati alle finalita' di cui all'articolo
2,  comma  9,  e  all'articolo 3, commi 1, 2 e 3, non utilizzati alla
chiusura  dell'esercizio  sono  conservati  nel conto dei residui per
essere utilizzati nell'esercizio successivo.
  3.   Il   Ministro   dell'economia  e  delle  finanze  provvede  al
monitoraggio  degli  oneri  di cui al presente decreto, anche ai fini
dell'adozione   dei  provvedimenti  correttivi  di  cui  all'articolo
11-ter,  comma  7,  della  legge  5 agosto 1978, n. 468, e successive
modificazioni,  ovvero  delle  misure correttive da assumere ai sensi
dell'articolo  11,  comma 3, lettera i-quater), della medesima legge.
Gli  eventuali  decreti  adottati  ai  sensi dell'articolo 7, secondo
comma,  n. 2), della legge 5 agosto 1978, n. 468, prima della data di
entrata in vigore dei provvedimenti o delle misure di cui al presente
comma,  sono  tempestivamente  trasmessi  alle  Camere,  corredati da
apposite relazioni illustrative.
  4.  Il  Ministro  dell'economia  e  delle finanze e' autorizzato ad
apportare,  con propri decreti, le occorrenti variazioni di bilancio,
incluse quelle occorrenti per l'utilizzazione dei fondi conservati di
cui al comma 2)).