DECRETO-LEGGE 23 aprile 1993, n. 118

Disposizioni urgenti per la soppressione del Ministero delle partecipazioni statali e per il riordino di IRI, ENI, ENEL, IMI, BNL e INA.

note: Entrata in vigore del decreto: 24/04/1993.
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 23 giugno 1993, n. 202 (in G.U. 23/06/1993, n.145).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 27/12/2013)
Testo in vigore dal: 1-1-2014
aggiornamenti all'articolo
                             Art. 5-bis. 
  1. L'Ente autonomo di gestione per  il  cinema  e'  trasformato  in
societa' per azioni con le  procedure  di  cui  al  decreto-legge  11
luglio 1992, n. 333, convertito, con  modificazioni,  dalla  legge  8
agosto 1992, n. 359, e successive modificazioni e integrazioni. 
  2.  In  attesa  del  riordino  della  disciplina   generale   delle
partecipazioni societarie dello Stato, nella societa' di cui al comma
1 il  Ministro  del  tesoro,  del  bilancio  e  della  programmazione
economica assume la titolarita' delle relative  partecipazioni  e  il
Ministro per i beni e  le  attivita'  culturali  esercita  i  diritti
dell'azionista, sentito il Ministro del tesoro, del bilancio e  della
programmazione economica per quanto riguarda i profili  patrimoniali,
finanziari e statutari. 
  3. La societa' presenta, annualmente, all'autorita'  competente  in
materia di turismo e spettacolo, unitamente  alle  societa'  in  essa
inquadrate, una proposta di programma di produzione, distribuzione  e
promozione in Italia e all'estero di opere cinematografiche di  lungo
e corto metraggio di interesse culturale, un programma  di  attivita'
nei settori dell'esercizio, delle industrie tecniche e dei servizi  e
di altre attivita' previste  dagli  statuti  delle  singole  societa'
inquadrate,  nonche'  una  proposta   di   programma   di   attivita'
finanziaria  volta  al  potenziamento  del  cinema  nazionale  ed  un
programma di  riconversione  e  restauro  di  pellicole  e  materiali
fotocinematografici  dei  propri  archivi;  e'   tenuta   inoltre   a
presentare un programma  di  acquisizione  e  potenziamento  di  sale
cinematografiche per  promuovere  in  particolare  la  programmazione
della cinematografia iltaliana ed europea. Con decreto dell'autorita'
competente in  materia  di  turismo  e  spettacolo,  sulla  base  del
programma preventivamente approvato, vengono assegnate ed erogate  le
relative sovvenzioni a valere sul Fondo unico per  lo  spettacolo  di
cui all'articolo 1 della legge 30 aprile 1985, n. 163, sulla base  di
una percentuale della quota del Fondo medesimo destinata  al  cinema,
previamente definita per ciascun anno con decreto del Ministro per  i
beni e le attivita' culturali. Tali sovvenzioni sono  sostitutive  di
tutti i contributi  previsti  dalla  legislazione  vigente  a  favore
dell'Ente autonomo di gestione per il cinema e delle societa' in esso
inquadrate a carico del Fondo  suddetto.  Il  programma  deve  essere
realizzato entro il 31 dicembre del secondo anno successivo alla data
della sua approvazione. 
  4.  Nella  prospettiva  della  costituzione  di  un  polo  pubblico
dell'audiovisivo, la societa' stipula convenzioni  con  l'IRI  S.p.a.
nei settori di attivita' di interesse comune. 
(5) ((6)) 
 
-------------- 
AGGIORNAMENTO (5) 
  Il D.L. 6 luglio 2011, n. 98, convertito con modificazioni dalla L.
15 luglio 2011, n. 111, ha disposto (con l'art.  14,  comma  11)  che
"Dalla data di adozione del decreto di cui al comma 8, la societa' di
cui all'articolo 5-bis del decreto-legge  23  aprile  1993,  n.  118,
convertito, con modificazioni, dalla legge 23 giugno 1993, n. 202, e'
posta in liquidazione ed e' trasferita alla Societa' Fintecna  s.p.a.
o  a  Societa'  da  essa  interamente  controllata,  sulla  base  del
rendiconto   finale    delle    attivita'    e    della    situazione
economico-patrimoniale aggiornata alla medesima  data,  da  redigere,
entro  30  giorni  dalla  messa  in  liquidazione,  da  parte   degli
amministratori e del collegio sindacale  gia'  in  carica  presso  la
societa' posta in liquidazione." 
--------------- 
AGGIORNAMENTO (6) 
  Il D.L. 6 luglio 2011, n. 98, convertito con modificazioni dalla L.
15 luglio 2011, n. 111, come modificato dalla L. 27 dicembre 2013, n.
147 ha disposto (con l'art. 14, comma 11) che "Entro sessanta  giorni
dalla data di entrata  in  vigore  della  presente  disposizione,  la
societa' di cui all'articolo 5-bis del decreto-legge 23 aprile  1993,
n. 118, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 giugno 1993, n.
202, e' trasferita alla Societa' Fintecna s.p.a. o a societa' da essa
interamente  controllata.  Il  corrispettivo  del  trasferimento   e'
determinato secondo le procedure e  ai  sensi  del  comma  12.  Entro
trenta giorni dall'avvenuto trasferimento, la societa'  trasferitaria
provvede a deliberare la messa in liquidazione della societa'".