DECRETO-LEGGE 31 dicembre 1991, n. 419

Istituzione del Fondo di sostegno per le vittime di richieste estorsive.

note: Entrata in vigore del decreto: 2-1-1992.
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 18 febbraio 1992, n. 172 (in G.U. 28/02/1992, n.49).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 22/03/2018)
Testo in vigore dal: 2-1-1992
al: 28-2-1992
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                               Art. 10 
                      Disposizioni processuali 
  1. Quando e' necessario per acquisire rilevanti elementi  probatori
ovvero per la individuazione o cattura dei responsabili  dei  delitti
di cui agli articoli 629,  629-bis,  648-bis  e  648-ter  del  codice
penale, il pubblico ministero puo', con decreto  motivato,  ritardare
l'esecuzione dei provvedimenti che applicano  una  misura  cautelare,
dell'arresto, del fermo dell'indiziato di delitto  o  del  sequestro.
Nei  casi  di  urgenza  il  ritardo  dell'esecuzione   dei   predetti
provvedimenti puo' essere disposto anche oralmente,  ma  il  relativo
decreto deve essere emesso entro le successive quarantotto ore. 
  2. Per gli stessi motivi di cui al comma 1 gli ufficiali di polizia
giudiziaria  possono  omettere  o  ritardare  gli  atti  di   propria
competenza, dandone immediato avviso, anche  oralmente,  al  pubblico
ministero competente per le indagini, e provvedono a trasmettere allo
stesso motivato rapporto entro le successive quarantotto ore.