DECRETO-LEGGE 28 dicembre 1989, n. 415

Norme urgenti in materia di finanza locale e di rapporti finanziari tra lo Stato e le regioni, nonche' disposizioni varie.

note: Entrata in vigore del decreto: 31/12/1989.
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 28 febbraio 1990, n. 38 (in G.U. 28/02/1990, n.49).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 05/01/1998)
Testo in vigore dal: 18-5-1997
aggiornamenti all'articolo
                          Art. 15-quinquies 
(Rilascio automatico delle certificazioni  di  anagrafe  e  di  stato
                    civile - Farmacie comunali). 
 
  1.  Le  amministrazioni  comunali  possono  avvalersi  di   sistemi
automatizzati  per  il  rilascio   diretto   al   richiedente   delle
certificazioni d'anagrafe e  di  stato  civile,  garantendo  comunque
l'assolvimento di ogni imposta o diritto sugli  atti  emessi.  A  tal
fine  e'  ammesso  sostituire  la  firma   autografa   dell'ufficiale
d'anagrafe o di stato  civile  con  quella  in  formato  grafico  del
sindaco o dell'assessore delegato, apposta al momento  dell'emissione
automatica del certificato. I certificati cosi' emessi sono validi ad
ogni effetto  di  legge,  qualora  l'originalita'  degli  stessi  sia
garantita da sistemi che non ne consentano  la  fotoriproduzione  per
copie identiche, come l'utilizzo di fogli filigranati o di  timbri  a
secco. Il sistema utilizzato deve essere approvato  con  decreto  del
Ministro dell'interno  di  concerto  con  il  Ministro  di  grazia  e
giustizia. 
  (( 1-bis. La certificazione redatta con  le  modalita'  di  cui  al
comma 1 puo' essere trasmessa e rilasciata in forma telematica  anche
al di fuori del territorio del comune competente )). 
  2. Le facolta' previste dall'articolo 12 della legge 2 aprile 1968,
n. 475, competono anche alle amministrazioni comunali  nelle  ipotesi
di cui all'articolo 9 della legge medesima.