DECRETO-LEGGE 2 marzo 1989, n. 69

Disposizioni urgenti in materia di imposta sul reddito delle persone fisiche e versamento di acconto delle imposte sui redditi, determinazione forfetaria del reddito e dell'IVA, nuovi termini per la presentazione delle dichiarazioni da parte di determinate categorie di contribuenti, sanatoria di irregolarita' formali e di minori infrazioni, ampliamento degli imponibili e contenimento delle elusioni, nonche' in materia di aliquote IVA e di tasse sulle concessioni governative.

note: Entrata in vigore del decreto-legge: 02/03/1989.
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 27 aprile 1989, n. 154 (in G.U. 29/04/1989, n.99).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 05/06/2003)
Testo in vigore dal: 30-11-1989
aggiornamenti all'articolo
                              Art. 38. 
  1. Le disposizioni dell'articolo 23 e dell'articolo 24 si applicano
alle sentenze ed ai provvedimenti pubblicati o  emanati  a  decorrere
dalla data di entrata in vigore del presente decreto. Le disposizioni
dell'articolo 25  si  applicano  alle  successioni  apertesi  e  alle
donazioni poste in essere a decorrere dalla data di entrata in vigore
del presente decreto. Le disposizioni di cui  agli  articoli  1,  26,
commi 3, 5, 6, 7, 9, 10, 11 e 12, e 27, si applicano dal  periodo  di
imposta in corso alla data di entrata in vigore del presente decreto.
Le  stesse  disposizioni   si   applicano   relativamente   ai   beni
ammortizzabili acquistati ed ai contratti  di  locazione  finanziaria
conclusi a partire dalla data  di  entrata  in  vigore  del  presente
decreto. La disposizione di  cui  all'articolo  28  si  applica  alle
fusioni relativamente alle quali il deposito prescritto  dal  secondo
comma dell'articolo 2504 del codice civile e' eseguito dopo  la  data
di entrata in vigore del presente decreto. 
  1-bis. L'articolo 4, comma 1, lettera a),  del  testo  unico  delle
imposte sui redditi,  approvato  con  decreto  del  Presidente  della
Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917,  come  modificato  dall'articolo
26, comma 1, si applica a partire dal 1> gennaio 1988. 
  2. Le disposizioni dell'articolo 34 relative all'imposta sul valore
aggiunto riguardanti i giornali, i libri ed i periodici hanno effetto
dal 1° gennaio 1990. ((PERIODO ABROGATO DALLA L. 27 NOVEMBRE 1989, N.
384)). 
  2-bis. Le disposizioni dell'articolo 34  relative  all'imposta  sul
valore aggiunto concernenti le assegnazioni, anche in  godimento,  di
case di abitazione, fatte ai soci  da  cooperative,  si  applicano  a
decorrere dal 1 agosto 1989. (3) 
  3. A partire dal 1 gennaio 1989  l'indice  del  costo  della  vita,
valevole ai  fini  dell'adeguamento  automatico  delle  retribuzioni,
viene depurato delle variazioni dovute alle modifiche delle  aliquote
dell'imposta  sul  valore   aggiunto   previste   dall'articolo   34,
determinate convenzionalmente nella misura complessiva dello 0,5  per
cento. 
 
    
-----------------


    
AGGIORNAMENTO (3) 
  Il D.L. 29 maggio 1989, n. 202, convertito con modificazioni  dalla
L. 28 luglio 1989, n. 263 ha disposto (con l'art. 1, comma 1-bis) che
"Il  termine  del  1°  agosto  1989,   previsto   dal   comma   2-bis
dell'articolo 38 del decreto-legge 2 marzo 1989, n.  69,  convertito,
con modificazioni, dalla legge 27 aprile 1989, n. 154,  e'  differito
al 1° gennaio 1990".