DECRETO-LEGGE 2 marzo 1989, n. 66

Disposizioni urgenti in materia di autonomia impositiva degli enti locali e di finanza locale.

note: Entrata in vigore del decreto-legge: 02/03/1989.
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 24 aprile 1989, n. 144 (in G.U. 26/04/1989, n.96).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 30/12/2020)
  • Allegati
Testo in vigore dal: 27-4-1989
aggiornamenti all'articolo
                            Art. 10-bis. 
     (( (Assunzioni di personale da parte degli enti locali). )) 
 
  (( 1. All'articolo 1 della legge dicembre 1988, n. 554, al comma  4
e' aggiunto il seguente periodo: "Gli enti di cui al comma 3  possono
procedere alle assunzioni  di  personale  consentite  dalla  predetta
norma qualora, entro i  termini  previsti  dai  bandi  relativi  alla
mobilita', non pervenga loro  domanda  per  la  copertura  dei  posti
vacanti segnalati ai sensi dell'articolo 3 del decreto del presidente
del Consiglio dei ministri 5 agosto 1988, n. 325". 
  2. All'articolo 1 della legge 29 dicembre 1988, n. 554, il comma  9
e' sostituito dal seguente: 
    "9. Gli enti locali e loro consorzi e le unita' sanitarie locali,
per le assunzioni che non superino i sessanta giorni, non  ripetibili
nel corso dell'anno, possono ricorrere, nei limiti della spesa  media
annuale sostenuta nell'ultimo triennio allo stesso  titolo,  mediante
ricorso alle liste di  collocamento,  sulla  base  delle  graduatorie
esistenti  presso  le   competenti   sezioni   circoscrizionali   per
l'impiego, a lavoratori residenti  nei  comuni  della  circoscrizione
medesima". ))