DECRETO-LEGGE 6 luglio 2010, n. 103

Disposizioni urgenti per assicurare la regolarita' del servizio pubblico di trasporto marittimo. (10G0126)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 08/07/2010.
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 4 agosto 2010, n. 127 (in G.U. 11/08/2010, n.186).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 11/08/2010)
  • Articoli
  • 1
  • 2
Testo in vigore dal: 8-7-2010
al: 11-8-2010
aggiornamenti all'articolo
                   IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

  Visti gli articoli 77 e 87 della Costituzione;
  Considerata la necessita' di completare la procedura di dismissione
dell'intero capitale sociale di Tirrenia di Navigazione S.p.A. e, nel
contempo,  di  assicurare  l'esatto  adempimento  delle  obbligazioni
derivanti   dalle  convenzioni  di  pubblico  servizio  di  trasporto
marittimo  fino  al  30  settembre  2010,  data  della  loro scadenza
stabilita dalla legge;
  Ritenuta  la  straordinaria  necessita' ed urgenza di assicurare la
regolarita'  del  servizio  pubblico  di  trasporto  marittimo e, nel
contempo,  la  continuita' territoriale con le isole, con particolare
riguardo al periodo di picco del traffico estivo;
  Vista  la  deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella
riunione del 30 giugno 2010;
  Sulla  proposta  del  Presidente  del  Consiglio dei Ministri e del
Ministro  dell'economia  e  delle finanze, di concerto con i Ministri
del  lavoro  e  delle  politiche sociali e delle infrastrutture e dei
trasporti;

                                Emana


                     il seguente decreto-legge:

                               Art. 1

  1.  Nelle  more del completamento della procedura di dismissione in
corso  dell'intero  capitale  sociale  della  Tirrenia di Navigazione
S.p.A.   ed  in  considerazione  del  preminente  interesse  pubblico
connesso  alla  necessita'  di assicurare la continuita' del servizio
pubblico di cabotaggio marittimo:
    a)  in  deroga  a  quanto  previsto  dagli statuti di Tirrenia di
Navigazione S.p.A. e di Siremar S.p.A., nonche' dalle disposizioni in
materia  contenute  nel  codice  civile,  con  decreto  del  Ministro
dell'economia  e  delle  finanze,  di  concerto con il Ministro delle
infrastrutture e dei trasporti, da adottare entro cinque giorni dalla
data  di  entrata  in  vigore  del presente decreto, si provvede alla
nomina  di  un amministratore unico delle suddette societa', al quale
sono  conferiti  i  piu'  ampi  poteri di amministrazione ordinaria e
straordinaria.  Detti  amministratori unici resteranno in carica fino
al 30 settembre 2010 ovvero, se anteriore, fino alla data di cessione
dell'intero  capitale di Tirrenia di Navigazione S.p.A. I consigli di
amministrazione  della  Tirrenia  di  Navigazione S.p.A. e di Siremar
S.p.A.  in carica alla data di entrata in vigore del presente decreto
decadono  con  effetto  dalla data di adozione del decreto del citato
Ministro dell'economia e delle finanze;
    b)   la   responsabilita'   civile   ed   amministrativa   per  i
comportamenti,  gli  atti  e  i  provvedimenti  posti  in essere, nel
periodo in cui restano in carica gli amministratori unici di cui alla
lettera  a),  dagli  stessi  amministratori unici, dai componenti del
collegio   sindacale,  dal  dirigente  preposto  alla  redazione  dei
documenti  contabili societari e' posta a carico esclusivamente delle
societa'   interessate.   Negli   stessi   limiti   e'   esclusa   la
responsabilita'  amministrativo-contabile  dei  citati  soggetti, dei
pubblici  dipendenti  e  dei  soggetti comunque titolari di incarichi
pubblici.  Lo svolgimento di funzioni di amministrazione, direzione e
controllo,  nonche' di sindaco o di dirigente preposto alla redazione
dei  documenti  contabili  societari  nelle societa' in questione non
puo'  costituire  motivo  per  ritenere  insussistente,  in  capo  ai
soggetti  interessati,  il possesso dei requisiti di professionalita'
richiesti  per  lo  svolgimento  delle  predette  funzioni  in  altre
societa';
    c)  a  decorrere  dalla  data  di  entrata in vigore del presente
decreto  e  fino al 30 settembre 2010 ovvero, se anteriore, fino alla
data  di  perfezionamento della cessione dell'intero capitale sociale
di  Tirrenia  di  Navigazione  S.p.A.,  e' consentita l'erogazione da
parte  di  banche  o intermediari autorizzati di nuovi finanziamenti,
ovvero,  relativamente  ai  finanziamenti  gia' concessi in virtu' di
contratti sottoscritti e vincolanti anteriormente alla medesima data,
della  quota  non  ancora  erogata. I crediti derivanti da tali nuovi
finanziamenti   sono  equiparati  ai  crediti  prededucibili  di  cui
all'articolo 111 del regio decreto 16 marzo 1942, n. 267. I creditori
sono  esclusi  dal  voto in sede di eventuali procedure concorsuali e
dal   computo  delle  maggioranze  previste  per  l'approvazione  del
concordato  preventivo  ai  sensi  dell'articolo 177 del citato regio
decreto  n.  267  del  1942,  nonche'  dalla  percentuale dei crediti
prevista  per  l'accordo  di  ristrutturazione  dei  debiti  ai sensi
dell'articolo 182-bis del medesimo regio decreto n. 267 del 1942. Gli
atti,  le garanzie e i pagamenti relativi a detti nuovi finanziamenti
non  sono  soggetti  all'azione  revocatoria. Tirrenia di Navigazione
S.p.A.  utilizza  i  predetti  nuovi finanziamenti esclusivamente per
fronteggiare  i  fabbisogni  di  liquidita'  derivanti dalla gestione
corrente,  ovvero  per  finanziare  la Siremar S.p.A. per le medesime
finalita';
    d)  i  crediti  derivanti  dai  nuovi  finanziamenti  di cui alla
lettera  c)  sono  garantiti  da  Fintecna-Finanziaria  per i Settori
Industriale  e  dei  Servizi  S.p.A.,alle  condizioni  e  nei termini
previsti  dalla  comunicazione della Commissione europea 2009/C 16/01
del 22 gennaio 2009, e successive modificazioni.