MINISTERO PER I BENI CULTURALI E AMBIENTALI

DECRETO 20 gennaio 1988, n. 10

Modificazioni al decreto ministeriale 12 marzo 1981, recante norme concernenti i regolamenti valutari ed i rapporti finanziari con l'estero, e successive modificazioni.

note: Entrata in vigore del decreto: 21/01/1988
vigente al 22/01/2022
Testo in vigore dal: 21-1-1988
attiva riferimenti normativi
                             IL MINISTRO
                      DEL COMMERCIO CON L'ESTERO
  Visto  il  decreto-legge  28  luglio  1955, n. 586, convertito, con
modificazioni, nella legge 26 settembre  1955,  n.  852,  concernente
nuove  norme  sulla  negoziazione e la cessione di valute estere allo
Stato;
  Visto  il  decreto-legge  6  giugno  1956,  n. 476, convertito, con
modificazioni, nella legge 25 luglio 1956, n. 786, concernente  nuove
norme  valutarie  e  istituzioni di un mercato libero di biglietti di
Stato e di banca esteri;
  Visto  il  decreto  ministeriale  12  marzo  1981,  pubblicato  nel
supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale  n.  82  del  24  marzo
1981,  recante:  "Norme  concernenti  i  regolamenti  valutari  ed  i
rapporti finanziari con l'estero", e successive modificazioni;
  Visto  il  decreto  ministeriale  18  luglio  1985,  pubblicato nel
supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 200  del  26  agosto
1985,  recante:  "Disposizioni valutarie concernenti l'importazione e
l'esportazione di merci", e successive modificazioni;
  Visto il decreto ministeriale 13 settembre 1987, n. 375, pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale n. 214 del 14 settembre 1987, con  il  quale
sono state adottate misure atte a contrastare deflussi speculativi di
capitali verso l'estero, con la  reintroduzione  dell'art.  14  e  la
modifica  dell'art.  26  del  decreto  ministeriale  12  marzo 1981 e
successive modificazioni;
  Considerato  che  sono venuti meno i motivi che avevano determinato
l'adozione delle suddette misure;
                               Decreta:
                               Art. 1.
  1.  E'  abrogato l'art. 14 del decreto ministeriale 12 marzo 1981 e
successive modificazioni.
  2.  I  finanziamenti  obbligatori  in valuta in essere alla data di
entrata in vigore del presente decreto possono essere estinti  contro
lire,  ovvero trasformati in finanziamenti facoltativi regolati dalla
disciplina vigente.
  3.  Analoga  facolta' e' consentita per i finanziamenti a carattere
sostitutivo  la  cui  assunzione  e'   stata   autorizzata   in   via
particolare.