REGIO DECRETO 20 maggio 1946, n. 369

Elevazione del limite massimo della retribuzione fino alla concorrenza del quale e' dovuto il contributo per gli assegni familiari.

  • Articoli
  • 1
  • 2
Testo in vigore dal: 13-6-1946
                             UMBERTO II
                             RE D'ITALIA

  Visto il R. decreto legislativo 10 maggio 1946, n. 262;
  Visto   il  decreto  legislativo  Luogotenenziale  1° agosto  1945,
n. 697,  contenente  norme  per  la determinazione dell'importo della
retribuzione  rispetto  al  quale  e'  dovuto  il  contributo per gli
assegni familiari;
  Visto   il   decreto   Luogotenenziale   10 agosto   1945,  n. 718,
concernente  la  determinazione  dell'importo della retribuzione fino
alla  concorrenza  del  quale e' dovuto il contributo per gli assegni
familiari;
  Visto il decreto legislative Luogotenenziale 2 aprile 1946, n. 142,
concernente  una  disciplina  provvisoria del carico contributivo per
determinate forme di previdenza e di assistenza sociale;
  Visto il decreto-legge Luogotenenziale 25 giugno 1944, n. 151;
  Visto  il  decreto  legislativo  Luogotenenziale  1° febbraio 1945,
n. 58;
  Sentito il Consiglio dei Ministri;
  Sulla  proposta del Ministro per il lavoro e la previdenza sociale,
di concerto con il Ministro per il tesoro;
  Abbiamo decretato e decretiamo:

                               Art. 1.

  L'importo  della  retribuzione  fino alla. Concorrenza del quale e'
dovuto il contributo per gli assegni familiari e' elevato alle misure
seguenti:

per le retribuzioni riferite a mese......................... L. 6250
per le retribuzioni riferite a quindicina o a quattordicina.."  3125
per le retribuzioni riferite a settimana....................."  1562
per le retribuzioni riferite a giornata......................"   250