REGIO DECRETO 11 febbraio 1929, n. 274

Regolamento per la professione di geometra. (029U0274)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 30/03/1929
Testo in vigore dal: 30-3-1929
attiva riferimenti normativi
 
                              Art. 16. 
 
  L'oggetto ed i limiti dell'esercizio professionale di geometra sono
regolati come segue: 
 
      a) operazioni topografiche di  rilevamento  e  misurazione,  di
triangolazioni secondarie a lati rettilinei e  di  poligonazione,  di
determinazione e verifica di confini; operazioni catastali ed  estimi
relativi; 
 
      b) operazioni di tracciamento di strade poderali e  consorziali
ed inoltre, quando abbiano tenue importanza, di strade ordinarie e di
canali di irrigazione e di scolo; 
 
      c) misura e divisione di fondi rustici; 
 
      d) misura e divisione di aree urbane e di  modeste  costruzioni
civili; 
 
      e) stima di aree e di fondi rustici, anche  ai  fini  di  mutui
fondiari e di espropriazione;  stima  dei  danni  prodotti  ai  fondi
rustici dalla grandine  o  dagli  incendi,  e  valutazione  di  danni
colonici a culture erbacce, legnose, da frutto, da foglia e da bosco.
E' fatta eccezione per i casi di notevole importanza economica e  per
quelli  che,  per  la  complessita'  di  elementi   di   valutazione,
richiedano le speciali cognizioni scientifiche e tecniche proprie dei
dottori in scienze agrarie; 
 
      f) stima, anche ai fini di mutui fondiari e di  espropriazione,
di aree urbane e di  modeste  costruzioni  civili;  stima  dei  danni
prodotti dagli incendi; 
 
      g) stima di scorte morte, operazioni di consegna  e  riconsegna
dei  beni  rurali  e  relativi  bilanci  e  liquidazioni;  stima  per
costituzione ed eliminazione di servitu' rurali;  stima  delle  acque
irrigue nei rapporti dei fondi agrari serviti. 
 
      E' fatta eccezione per i casi di notevole importanza  economica
e per quelli che, per la complessita'  di  elementi  di  valutazione,
richiedano le speciali cognizioni scientifiche e tecniche proprie dei
dottori in scienze agrarie; 
 
      h) funzioni puramente contabili ed amministrative nelle piccole
e medie aziende agrarie; 
 
      i) curatele di piccole e medie aziende agrarie, in  quanto  non
importino durata superiore ad un anno ed una vera e propria direzione
tecnica; assistenza nei contratti agrari; 
 
      l)  progetto,  direzione,  sorveglianza   e   liquidazione   di
costruzioni rurali e di edifici  per  uso  d'industrie  agricole,  di
limitata  importanza,  di  struttura  ordinaria,   comprese   piccole
costruzioni  accessorie  in  cemento  armato,  che   non   richiedano
particolari operazioni di calcolo e che per la loro destinazione  non
possano comunque implicare pericolo per la incolumita' delle persone;
nonche' di piccole opere inerenti alle aziende agrarie,  come  strade
vicinali senza rilevanti opere  d'arte,  lavori  d'irrigazione  e  di
bonifica, provvista d'acqua per le stesse  aziende  e  reparto  della
spesa per opere consorziali relative, esclusa, comunque, la redazione
di progetti generali di bonifica  idraulica  ed  agraria  e  relativa
direzione; 
 
      m) progetto,  direzione  e  vigilanza  di  modeste  costruzioni
civili; 
 
      n) misura, contabilita' e liquidazione delle costruzioni civili
indicate nella lettera m); 
 
      o) misura, contabilita' e liquidazione di lavori di costruzioni
rurali sopra specificate; 
 
      p)  funzioni  peritali  ed  arbitramentali   in   ordine   alle
attribuzioni innanzi menzionate; 
 
      q)  mansioni  di  perito  comunale  per  le  funzioni  tecniche
ordinarie nei Comuni  con  popolazione  fino  a  diecimila  abitanti,
esclusi i progetti di opere pubbliche d'importanza o  che  implichino
la risoluzione di rilevanti problemi tecnici.