LEGGE 24 marzo 1993, n. 75

Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 23 gennaio 1993, n. 16, recante disposizioni in materia di imposte sui redditi, sui trasferimenti di immobili di civile abitazione, di termini per la definizione agevolata delle situazioni e pendenze tributarie, per la soppressione della ritenuta sugli interessi, premi ed altri frutti derivanti da depositi e conti correnti interbancari, nonche' altre disposizioni tributarie.

note: Entrata in vigore della legge: 25/03/1993 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 30/12/1993)
  • Allegati
Testo in vigore dal: 30-12-1993
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 2. 
  1. Il Governo e' delegato ad adottare, entro il 31  dicembre  1993,
un decreto  legislativo  al  fine  di  apportare  modificazioni  alle
tariffe d'estimo e alle rendite vigenti  ai  sensi  dell'articolo  2,
comma 1, del decreto-legge 23 gennaio 1993, n.  16,  convertito,  con
modificazioni, dall'articolo 1  della  presente  legge,  oggetto  dei
ricorsi di cui ai commi 1-bis e 1-ter  del  citato  articolo  2,  per
conformarle  alla  decisione  definitiva  sui  predetti  ricorsi.  ((
PERIODO ABROGATO DAL D.L. 30 DICEMBRE 1993, N.  557,  CONVERTITO  CON
MODIFICAZIONI DALLA L. 26 FEBBRAIO  1994,  N.  133  )).  Fino  al  31
dicembre 1993, resta fermo per i comuni e i contribuenti l'effetto di
cui  al  comma  1,  terzo  periodo,  dell'articolo   2   del   citato
decreto-legge  n.  16  del  1993,  convertito,   con   modificazioni,
dall'articolo 1 della presente legge.