LEGGE 27 dicembre 1983, n. 730

Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 1984).

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 06/07/2011)
  • Allegati
Testo in vigore dal: 29-12-1983
attiva riferimenti normativi
                              ART. 37. 
 
  Per gli interventi di cui all'articolo 21  della  legge  26  aprile
1983, n. 130, e' autorizzata, per l'anno 1984, la spesa di lire 1.800
miliardi da iscrivere nello  stato  di  previsione  della  spesa  del
Ministero del bilancio e della programmazione economica. 
  Almeno 300  miliardi,  dei  1.800  di  cui  all'autorizzazione  del
precedente comma,  sono  riservati  per  iniziative  di  sviluppo  ed
ammodernamento dell'agricoltura. 
  Si applicano le procedure di cui ai commi secondo,  terzo,  quarto,
ottavo e nono dell'articolo 21 della legge 26 aprile 1983, n. 130. 
  In aggiunta all'autorizzazione di spesa di cui al primo  comma,  e'
autorizzato  il  ricorso  alla  BEI,  fino   alla   concorrenza   del
controvalore di lire 1.200 miliardi, per la contrazione  di  appositi
mutui per le finalita' del presente articolo. 
  Con la delibera e approvazione dei progetti, il CIPE stabilisce, in
relazione ai progetti per i quali sia possibile il ricorso  ai  mutui
di cui al comma precedente e per ciascun progetto, la  quota  per  la
quale l'amministrazione interessata e' autorizzata, a  decorrere  dal
secondo semestre dell'anno 1984, a contrarre i mutui stessi. 
  L'onere dei suddetti mutui, per capitale ed interessi, e' assunto a
carico del bilancio dello Stato mediante  iscrizione  delle  relative
rate di ammortamento, per capitale ed interessi, in appositi capitoli
dello stato di previsione della spesa del Ministero  del  tesoro.  La
direzione generale del tesoro provvede al rimborso sulla base  di  un
elenco riepilogativo che, alla scadenza delle rate, la  BEI  comunica
con  l'indicazione  dell'importo  complessivo  e  dei  mutui  cui  si
riferisce. 
  Le autorizzazioni di spesa di cui alle leggi 6 marzo 1976, n. 52, e
18 agosto 1978, n. 497, sono aumentate, rispettivamente, di  lire  30
miliardi e lire 20 miliardi nell'anno 1984, di  lire  60  miliardi  e
lire 40 miliardi nell'anno 1985,  di  lire  80  miliardi  e  lire  70
miliardi nell'anno 1986. 
  Per provvedere al completamento di opere in  corso,  di  competenza
dello Stato e finanziate con leggi speciali, ivi compresi  gli  oneri
maturati e  maturandi  per  la  revisione  dei  prezzi  contrattuali,
indennita' di  espropriazione,  perizie  di  varianti  o  suppletive,
risoluzione di vertenze in via amministrativa  o  giurisdizionale  ed
imposta sul valore aggiunto, e' autorizzata  la  spesa  di  lire  105
miliardi, di cui lire 18 miliardi per la  realizzazione  delle  opere
paravalanghe a difesa del valico del Brennero previste dalla legge  7
febbraio 1979, n. 43, da iscrivere nello stato  di  previsione  della
spesa del Ministero  dei  lavori  pubblici  in  ragione  di  lire  30
miliardi nell'anno finanziario 1984, di lire  55  miliardi  nell'anno
finanziario 1985 e di lire 20 miliardi nell'anno finanziario 1986.